Zan (SEL): «Le minoranze vanno tutelate: a Buonanno dico di informarsi anziché comprare finocchi»

28 settembre 2013 ore 13:34, intelligo
Zan (SEL): «Le minoranze vanno tutelate: a Buonanno dico di informarsi anziché comprare finocchi»
di Andrea De Angelis «Se Buonanno anziché comprare i finocchi si informasse, forse contribuirebbe a rendere questo Paese migliore». Così Alessandro Zan, parlamentare di Sinistra, Ecologia e Libertà, intervistato da IntelligoNews risponde al leghista Gianluca Buonanno, reo di aver esposto un ortaggio sul banchetto dell'Aula durante un intervento di Zan sul cosiddetto caso Barilla. Per l'esponente di Sel il problema è sia politico che culturale: «Buonanno appartiene alla Lega, e non avendo niente da dire cerca di provocare gli altri: gli ricordo che gli omosessuali finirono, come gli ebrei, nei campi di concentramento, e che ieri come oggi le minoranze ovviamente fanno comunità per potersi difendere dagli attacchi delle maggioranze». Ancora un'iniziativa di Buonanno contro il suo partito, e questa volta si è rischiata davvero la bagarre. Come si spiega l'accaduto?  «Il problema è che l'onorevole Buonanno appartiene alla Lega, e non avendo niente da dire cerca di provocare gli altri insultandoli con delle affermazioni che non fanno onore a un'istituzione che rappresenta i cittadini. Molti gruppi hanno chiesto alla Presidenza della Camera di prendere dei provvedimenti seri perché non è possibile che ogni volta Buonanno attacchi in primo luogo Sel, e poi me in quanto omosessuale dichiarato». Lei stava commentando le parole dell'imprenditore Barilla quando Buonanno ha poggiato sul banchetto un ortaggio? «Sì, commentavo lo scivolone di Barilla, perché io posso dire legittimamente di volere lo spot con la famiglia tradizionale, ma trovo sprezzante aggiungere che se i gay non sono d'accordo possono cambiare marca di pasta. Il problema è che noi non attacchiamo mai, ma siamo costretti a difenderci dalle offensive che arrivano da più parti». Altri rispondono che è in gioco la libertà di pensiero, e che siano proprio gli omosessuali a discriminare per primi. Come la vede? «Rispondo che questo si diceva anche degli ebrei quando finirono nei campi di concentramento, e ricordo a tutti, visto che molti lo dimenticano, che anche gli omosessuali finirono negli stessi campi. Le minoranze ovviamente fanno comunità per potersi difendere, visto che nelle società si è costruita culturalmente la differenza tra maggioranze e minoranze, con queste ultime che spesso sono attaccate. Se le minoranze vengono tutelate, le prime a beneficiarne sono proprio le maggioranze». Tornando all'episodio dell'ortaggio, Buonanno ha dichiarato proprio ad IntelligoNews di essersi trovato casualmente con dei finocchi in borsa, essendo andato a comprare delle verdure per il pinzimonio della sera. Come commenta queste parole? «Un parlamentare non gira con gli ortaggi in borsa, è una dichiarazione patetica». Come si sente un omosessuale nell'Italia del 2013? «C'è una doppia visione: la società italiana sta affrontando il tema con il buonsenso di chi conosce ciò di cui si parla, essendo noi uguali a tutti gli altri, mentre l'atteggiamento della politica è frustrante. Non ci si può sposare, si viene buttati fuori dall'ospedale se si va a trovare il proprio compagno e via dicendo: questo è intollerabile. Se Buonanno anziché comprare i finocchi si informasse, forse contribuirebbe a rendere questo Paese migliore».
autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...