Italicum. Bossi (Lega): "Sempre pronti a tornare Lega di lotta. Berlusconi ha trattato troppo"

29 gennaio 2014 ore 15:41, Fabio Torriero
Italicum. Bossi (Lega): 'Sempre pronti a tornare Lega di lotta. Berlusconi ha trattato troppo'
IntelligoNews ha intercettato, in Transatlantico tra una pausa e l’altra, Umberto Bossi, proprio mentre l'esame del decreto Imu-Bankitalia procede a tappe forzate alla Camera. L'esame del testo continuerà fino a questa sera tarda e anche domani. Poi come Cenerentola, se il decreto non fosse convertito in legge entro le 23,59 di domani sera, l’Imu tornerà il peggiore incubo degli italiani. Con Bossi abbiamo parlato della “ghigliottina” citata dal Presidente della Camera Boldrini, ma anche di legge elettorale, di Europee e del caso Electrolux. Ovviamente senza dimenticare di parlare dei due protagonisti del momento: Renzi e Berlusconi. Domani la discussione generale sulla riforma della legge elettorale comincerà in Aula alla Camera. Cosa ne pensa? «Berlusconi, a mio parere, ha trattato troppo, parlo del suo sofferto ok alla soglia per il premio di maggioranza al 37%. Però bisogna anche dire, a proposito dell’asse Renzi-Silvio e in tema di legge elettorale, che decide sempre chi ha i numeri, perché se è vero che bisogna tutelare la rappresentanza è vero anche che è normale che i partiti più forti si mettano d’accordo e cerchino di dare una sferzata agli altri. Ritengo il bipolarismo un patrimonio importante». L’Italicum porterà i piccoli partiti ad una scelta: coalizzarsi e sperare di superare la soglia di sbarramento o andare da soli rischiando di non farcela. La stessa norma salva-Lega subisce le oscillazioni delle trattative. Ora è di nuovo dentro l'accordo.  «Vedremo come andrà a finire. Comunque la Lega è sempre stata di lotta e di governo, in qualsiasi caso siamo pronti a tornare il partito di lotta». Imu-Bankitalia. Cosa pensa della Presidente della Camera che ha ribadito il suo no alla ‘tagliola’. Ha  confermato infatti ai capigruppo che non è sua intenzione applicare la "ghigliottina" sull'esame del decreto legge. «Sto notando che la sinistra sta riesumando vecchi armamentari, come il linguaggio giacobino che è una sua tradizione». Cosa pensa del caso Electrolux? «E’ la dimostrazione che la globalizzazione serve troppo spesso ai grandi gruppi finanziari per distruggere il Made in Italy». Questo è il governo di Letta o di Renzi? «Lo ripeto. E’ di chi ha i numeri». Tira per voi un vento a favore, almeno in Europa, dove il voto antieuropeista pare otterrà ottimi risultati. «Ci sarà una bora che sosterrà quanto pensiamo sull’Europa e su come vada cambiata».
caricamento in corso...
caricamento in corso...