Russo (Pd) a INTELLIGONEWS: “No Bossi, dossier sulle riforme e partita per il Colle non possono essere collegati"

29 gennaio 2015 ore 13:22, Lucia Bigozzi
francesco russo 1“Il Pd compatto su Mattarella è la vera novità politica di queste ore”. Non ha dubbi il senatore Pd Francesco Russo intercettato da Intelligonews sulla soglia dell’assemblea dei “grandi elettori” dem e a poche ore dalla prima votazione a Montecitorio. Bersani dice al Pd: siamo tutti responsabili e votiamo Mattarella. Come commenta? «Credo che l’ipotesi Mattarella rappresenti la vera novità politica di queste ore che dimostra e conferma la compattezza totale del Pd, a dispetto di molti gufi esterni al nostro partito che scommettevano sul contrario ». Quindi sull’opzione Mattarella, Renzi sta ascoltando Bersani e non Berlusconi? «Credo che Renzi abbia ascoltato molto e tutti, non solo nel Pd.  Il nome di Mattarella fa parte della terna proposta da Bersani, è una persona che tutti noi conosciamo da molti anni e che stimiamo. Credo che il centrodestra dovrebbe interrogarsi su come di fronte al Paese sia possibile dire no a una candidatura come quella di Sergio Mattarella, persona mite e di alto profilo». Bossi ha detto che Berlusconi ha sbagliato a votare l’Italicum 2.0 mentre è aperta la partita per il Quirinale e fa intendere che alla fine Renzi “tradirà” il Patto del Nazareno. Cosa risponde? «Penso che le due cose non devono essere tenute sullo stesso piano. Le riforme istituzionali e costituzionali non abbiamo finito di farle, il percorso è aperto e stiamo andando avanti. Due i motivi, il primo: abbiamo tutti interesse, nell’interesse prioritario del Paese, a realizzare le riforme con il più ampio consenso del parlamento e la più ampia convergenza possibile da parte delle forze politiche. Quanto all’Italicum si sta parlando della riforma della legge elettorale. C’è quindi bisogno della maggiore condivisione possibile per una semplice ragione: riforme di questo tipo vanno fatte bene e non smontate ogni volta a seconda del governo di turno. Per questo, ritengo che il dossier sulle riforme e la partita per il presidente della Repubblica non possono essere collegate». 
autore / Lucia Bigozzi
Lucia Bigozzi
caricamento in corso...
caricamento in corso...