Strage in Irpinia. Proprio un maledetto luglio per i pellegrini. Colpa dell'incuria?

29 luglio 2013 ore 13:37, Marta Moriconi
Strage in Irpinia. Proprio un maledetto luglio per i pellegrini. Colpa dell'incuria?
I pellegrinaggi, in queste ore, sembrano vittime di una strage. Ed è proprio una strage anche quella di ieri sera, quando una gita domenicale si è tramutata in un incidente fatale per decine di persone. E sembra simile anche la dinamica, quelle folli corse per arrivare primi. Ma dove?
Intanto quello che si sa. Un pullman è precipitato da un viadotto lungo l'autostrada A-16 Napoli-Canosa, tra Monteforte Irpino e Baiano, in provincia di Avellino. Neanche il bilancio è certo.  Sono 39 le vittime fino ad adesso accertate, di cui 3 bambini. Ma ancora il numero delle salme non sarebbe definitivo. A bordo, d'altronde, c'erano 48 persone. Affacciandosi dal cavalcavia lo scenario è orribile.  Una trentina di corpi coperti da lenzuola bianche, tutti in fila al lato della strada provinciale. E numerose sono anche le polemiche in queste ore. E’ colpa della strada dissestata, del Mezzogiorno che ha una viabilità problematica? No, la colpa è dell’autista che correva troppo forte… Secondo altre testimonianze ci sarebbe stato un problema ai freni del bus, che ha travolto tutti e tutto.  Il vicesindaco di Monteforte Irpino, Costantino Giordano, avrebbe detto la sua: "Ho visto l'autobus e aveva i pneumatici consumati". Insomma un’incuria a tutto campo. E a rimetterci persone semplici, in pellegrinaggio per pregare, magari neanche per loro.
caricamento in corso...
caricamento in corso...