Buche Roma, ecce Roma. Da Alemanno a Marino: quando la politica dà buca ai romani

03 febbraio 2014 ore 18:38, intelligo
di Micaela Del Monte.
Buche Roma, ecce Roma. Da Alemanno a Marino: quando la politica dà buca ai romani
Roma e i suoi sette milioni di buche. Non è un film anni '50, ma la storia ormai eterna della Capitale.
È  da quando abbiamo memoria che Roma si trova a combattere con queste mini calamità che hanno effetti disastrosi. Piove, i tombini saltano, le fogne si intasano, la città si allaga, i mezzi pubblici si bloccano, l'asfalto si spacca e le buche spuntano come funghi moltiplicandosi a vista d'occhio, così come gli incidenti e gli infortuni. Ma chi invece ci dà buca, altrettanto perennemente, sono le istituzioni e chi ha amministrato (e amministra tutt'ora) la città fino ad oggi. Rutelli, Veltroni, Alemanno, Marino. Nessuno di questi si è mai preoccupato di risolvere nel vero senso della parola il problema delle buche. La giunta Marino dal canto suo prova a difendersi scrivendo a Zingaretti: "Chiediamo interventi rapidi e strutturali". Nulla di fatto però fino ad oggi. E così, i crateri restano mentre i sindaci passano. A fare i conti con la pioggia e le voragini sono sempre i romani.
autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...