Alfa Romeo indipendente. Sabella (Think-in): “E’ la volta buona. Si adatta al mercato Premium”

30 aprile 2014 ore 11:59, Marta Moriconi
Alfa Romeo indipendente. Sabella (Think-in): “E’ la volta buona. Si adatta al mercato Premium”
Con Giuseppe Sabella, direttore di Think-in, abbiamo parlato della notizia apparsa sulla rivista ‘Automotive News’: Alfa Romeo diventerà una società indipendente e sarà marchio autonomo, come Ferrari e Maserati. Tra indizi, spifferate e fonti competenti il direttore conferma le news e dichiara che questa “potrebbe essere la volta buona” per il rilancio di Alfa Romeo, più volte annunciato. Perché Fiat-Chrysler sta per investire… Alfa Romeo, Automotive News ha anticipato che il Biscione potrebbe trasformarsi in azienda con un proprio conto economico, un marchio autonomo al pari di Ferrari e Maserati. Quanto è attendibile la notizia? «Si tratta di un’anticipazione. Calcoliamo che il 6 di maggio a Detroit Fiat-Crysler presenterà il piano industriale e parliamo di un’operazione complessa con un programma di quattro anni. E’ probabile, dunque, che qualcosa sia trapelato prima. E’ plausibile sì, perché la Fiat sta strategicamente puntando alla fascia alta del mercato, quello che viene chiamato Premium. E ovviamente Alfa Romeo ha prodotti adatti a quel mercato e può incrementare le vendite. Scorporare il marchio Alfa Romeo - per come Marchionne si è mosso in questi anni - significherebbe fare sul serio per il suo rilancio». Rispetto a quanto trapelato, ha qualche elemento in più? «Ambienti vicini ai vertici del gruppo Fiat, al management del gruppo, confermano la notizia. Si tratta del resto di un rumor piuttosto attendibile». Che tipo di effetti potrebbe provocare questa decisione? «E’ una ulteriore conferma del fatto che Fiat-Chrysler sta per investire, perché rilanciare un marchio così significa investire. Sono anni che il rilancio di Alfa Romeo viene annunciato ma dalle parole non si è mai passati ai fatti. Ma ultimamente ricordiamoci che anche dal sindacato sono arrivate conferme in questo senso. Cosa significa rilanciare Alfa Romeo? Significa incrementare la produzione in Italia, rilanciare lo stabilimento di Cassino, e non dimentichiamo che ciò significa portare a regime l’occupazione di questo sito dove oggi circa 4000 lavoratori lavorano 6 giorni al mese. Quando si fanno queste operazioni vengono sempre guardate con sospetto, ma lo scorporo ha dato sempre ragione a Fiat: è una strategia che sui mercati ha sempre pagato molto». I sindacati solleveranno preoccupazioni? «Mentre in tutti questi mesi si è detto di tutto e di più, i sindacati stanno rinegoziando il contratto di gruppo, il che significa che il piano industriale già lo conoscono! Da loro è sempre trapelata molta fiducia nel nuovo corso, mi riferisco naturalmente a Fiat-Chrysler. Credo che per quanto riguarda Alfa Romeo questa sia la volta buona. La produzione crescerà sicuramente, naturalmente vedremo come il mercato risponderà. Ma credo che Marchionne abbia buone sensazioni, del resto le buone performance di vendita della Maserati negli USA, andate oltre le aspettative, sono di buon auspicio anche per Alfa Romeo».
caricamento in corso...
caricamento in corso...