Papa Francesco scatena la rabbia degli animalisti. Ecco perché

04 giugno 2014 ore 10:04, Orietta Giorgio
Papa Francesco scatena la rabbia degli animalisti. Ecco perché
Un amore fedele, perseverante e fecondo. Questi i punti fondamentali per un matrimonio felice. Durante la messa celebrata il 2 giugno nella cappella della Casa Santa Marta, in Vaticano, alla presenza di quindici coppie di sposi, Papa Francesco ha sottolineato che “ci sono cose che a Gesù non piacciono, i matrimoni sterili per scelta, che non vogliono i figli, che vogliono rimanere senza fecondità”. La colpa? È questa cultura del benessere di dieci anni fa, che ci ha convinto che è meglio non avere i figli, così tu puoi andare a conoscere il mondo, in vacanza, puoi avere una villa in campagna. Così tu stai tranquillo”. E aggiunge parole che non sono sfuggite agli amanti degli animali: “Ma è meglio forse avere un cagnolino, due gatti, e l’amore va ai due gatti e al cagnolino. Chiedendo: “E’ vero o no questo? Lo avete visto voi?”. Papa Francesco dice no alle coppie che preferiscono cani e gatti ai figli. Delusione per gli animalisti che vedevano in papa Francesco un alleato sensibile e attento, meritevole del nome scelto in onore del Santo che parlava agli animali. Innumerevoli i commenti in rete, su Facebook leggiamo un messaggio diretto al Santo Padre:  "Caro Papa, mi hai deluso.. sembravi troppo bello. Tu con questo nome saresti dovuto essere l'ultimo a dire una cosa del genere. Secondo te è meglio quando i figli ti mancano di rispetto? o quando, una volta diventati anziani, decideranno di rinchiuderti in qualche casa di cura o si litigheranno i weekend liberi con i fratelli perché hanno i viaggi organizzati?, devono partire e non vogliono prendersi cura dei vecchi genitori?..."  Un utente le risponde: "Brava , ne so qualcosa io, venissero a parlare con me... Amo sempre di più i miei cani". Qualcuno più moderato spiega: "Non dovete leggere in maniera sbagliata il messaggio di Papa Francesco, questo è indirizzato a tante coppie che oggi non vogliono sacrificare la loro vita per un figlio, eh sì perché avere un figlio è sacrificio, non puoi più andare in palestra quando vuoi, uscire quando vuoi, dormire fino all'ora di pranzo, ecc... e preferiscono appunto la compagnia di un animale. Non è rivolto a chi magari un figlio non può averlo o non se la sente di farlo perché non ha trovato il compagno-a giusto". E su Twitter si replica:
caricamento in corso...
caricamento in corso...