Ceccanti (Costituzionalista): «In 6 mesi si possono abolire le Province. Ha ragione Letta»

04 luglio 2013 ore 14:50, intelligo
Ceccanti (Costituzionalista): «In 6 mesi si possono abolire le Province. Ha ragione Letta»
di Andrea De Angelis «L’abolizione delle Province? E’ possibile, si può fare». Così il costituzionalista Stefano Ceccanti, ad IntelligoNews, affronta la bocciatura della Consulta dell’art.23 del decreto “Salva Italia” relativo all’argomento. E a Letta, che ha dichiarato “Le cancelleremo comunque con un disegno di Legge Costituzionale”, risponde: «E’ possibile in 6 mesi». Lo strumento del Decreto Legge, che deve essere usato solo in casi di straordinaria necessità ed urgenza, non è stato considerato idoneo per l’art.23 del decreto “Salva Italia” relativo all’abolizione delle province. La Corte Costituzionale ha dunque dichiarato incostituzionale tale articolo. Ma un simile provvedimento quanto è urgente, e con quale strumento legislativo può essere disciplinato? «Bisogna leggere attentamente le motivazioni della Corte, in ogni caso mi sembra che il ragionamento sia condivisibile. Le sentenze della Corte Costituzionali sono comunque inappellabili, quindi dobbiamo tener conto che ormai questo è ciò che vale. La Corte penso che abbia riflettuto sul fatto che si tratti di una scelta di Ordinamento, di carattere permanente e quindi deve essere fatta per le vie maestre, almeno per  Legge e non per Decreto Legge. Le Province sono previste nella Costituzione, e quindi forse la via maestra è di un intervento che le elimini come livello necessario all’organizzazione dello Stato. Una volta fatto questo si potrà poi lasciare alle Regioni più grandi la possibilità di istituire degli enti intermedi anche non elettivi, per esempio con la rappresentanza di sindaci e così via, se ritenuti necessari». Il commento a caldo di Enrico Letta è stato: “Le cancelleremo comunque con un disegno di Legge Costituzionale”… «Ovviamente questo è possibile, lo si presenta in Parlamento e può condurre ad una revisione della Carta». Il Ministro Zanonato ha dichiarato: “Faremo tutto, ma non possiamo non rispettare i tempi necessari”. Quali sono questi tempi? «Sei mesi, come previsto dalla Legge». Verosimilmente il prossimo inverno avremo dunque un'abolizione delle Province? «Quando c’è stata una pressione, come nella scorsa legislatura con l’art. 81, abbiamo visto come , per esempio, il pareggio in bilancio sia stato fatto in sei mesi. Dunque è possibile, volendo si può fare». In conclusione può influire e in che modo un'eventuale sollecitazione da parte dell’Unione Europea? «Questa cosa lo dobbiamo decidere noi, però non dimentichiamo che un richiamo alla semplificazione, specificatamente sulle province, c’è già stato nelle raccomandazioni europee dell’anno scorso. Può darsi che vi siano ulteriori richiami, ma in ogni caso resta una nostra responsabilità».  
autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...