Gasparri contro il Pd che strumentalizza gli extracomunitari. Ecco come

04 novembre 2013 ore 12:04, Marta Moriconi
Gasparri contro il Pd che strumentalizza gli extracomunitari. Ecco come
"Al di là degli aspetti statutari che sono un problema del Pd e non nostro, emerge una questione di tipo sociologico nello scandalo del tesseramento. Ovunque, e lo denunciano loro esponenti di punta, c'è un uso dal sapore vagamente razzista di masse di manovra composte da extracomunitari"
. Così Maurizio Gasparri, del Pdl, vicepresidente del Senato, che sottolinea lo scandalo sul tesseramento del Pd, evidenziandone un aspetto "razzista"... e ora vi spieghiamo in che senso. La "vergognosa compravendita di tessere con centinaia di immigrati" coinvolti, è qualcosa di già avvenuto, una sorta di strumentalizzazione ideologicamente permessa -però- solo alla sinistra. E sì, perché la destra non potrebbe mai esprimersi così, infatti lancia la provocazione alla ministro  all'Integrazione: "Chissà se lo hanno spiegato alla Kyenge". I PRECEDENTI SECONDO GASPARRI. "Il Pd di Veltroni annullò le primarie per il comune di Napoli, con frotte di cinesi in coda ai seggi. Anche a Roma le primarie di Marino avrebbero registrato un anomalo supporto di truppe di supporto multinazionali. Le polemiche sollevate dagli stessi esponenti del Pd ci dicono che non siamo di fronte al trionfo della partecipazione multietnica, successo dell'integrazione": ha dichiarato l'ex colonnello. IL SISTEMA LOTHAR E LE "TRUPPE COLONIALI". "C'è da riflettere, anche e soprattutto a sinistra su questo sistema Lothar, così si chiamava il volenteroso aiutante di Mandrake con fez e pelli di leopardo. Insomma il Pd usa gli stranieri come truppa coloniale per le sue guerre interne che quasi nel cento per cento dei casi vengono combattute da indigeni italiani. Se non e' razzismo questo? Giù le mani dagli immigrati. Non è questa l'integrazione": ha concluso Gasparri.
caricamento in corso...
caricamento in corso...