Grecia-Ue, Fusaro: "Putin con Tsipras? Allora c'è speranza, ecco cosa accadrebbe"

06 febbraio 2015 ore 16:38, Andrea De Angelis
Grecia-Ue, Fusaro: 'Putin con Tsipras? Allora c'è speranza, ecco cosa accadrebbe'
Il braccio di ferro tra Grecia ed Unione Europea rischia di superare i confini continentali. Una possibilità che per Diego Fusaro è in realtà un auspicio che, laddove si verificasse, costringerebbe la sinistra a cambiare idea sia su Putin che nei confronti dello stesso Tsipras. Così su IntelligoNews il filosofo contemporaneo, con il quale si è anche parlato del significato simbolico della cravatta regalata da Renzi al neo premier greco... Le cosiddette politiche populistiche che tanto funzionano in campagna elettorale e nei vari momenti dell'attività politica, si possono poi davvero attuare una volta che le forze politiche che le sostengono arrivano al potere? Il riferimento è ovviamente alla Grecia, ma anche a Podemos in Spagna in vista di dicembre... "Ogni caso va analizzato specificatamente. La Grecia di Tsipras presenta grandi proclami perfettamente sottoscrivibili contro il neoliberismo, l'austerità e via dicendo. Occorre però capire come contrattare rimanendo all'interno del sistema euro: questo è il vero bivio. Se, come evidente, ora non gli danno ascolto a partire dalla Germania, Tsipras sarà costretto a tirare fuori la Grecia dall'euro oppure a chinare il capo alla Merkel". Il suo programma non prevedeva l'uscita dall'euro... "Sì, ma potrebbe essere che non l'abbia messo nel programma per fare in modo di essere costretto dai suoi avversari a farlo. Non ne sono sicuro ovviamente, ma potrebbe dire di aver fatto di tutto per restare nell'euro, ma non avendo ricevuto ascolto è stato costretto ad uscire. La stessa tattica che usano gli Stati Uniti quando decidono di bombardare un Paese". In un tweet ha sottolineato come la cravatta regalata da Renzi a Tsipras, con l'augurio di risollevare le sorti della Grecia, sia in realtà molto simbolica perché lo stesso Renzi fa parte di quell'Europa che va in direzione opposta. Tsipras è davvero solo in Europa o ci sono delle nazioni che, nei fatti, potrebbero essergli vicine? "Simbolicamente Renzi ha regalato la cravatta e la Merkel stringerà il nodo (ride). In Italia sicuramente la situazione è piuttosto ambigua perché da un lato abbiamo forze che inneggiano all'uscita dall'euro come la Lega che però storicamente non è per la sovranità nazionale, ma semmai separatista. I 5 Stelle hanno tirato fuori il problema dell'uscita dall'euro dopo le elezioni europee ed ora hanno proposto un nome quale Prodi per il Quirinale che è tra gli artefici dell'euro. Podemos in Spagna potrebbe essere una sorpresa interessante, anche se non ci sono ancora elementi sufficienti per dirlo. Sicuramente se esce
Grecia-Ue, Fusaro: 'Putin con Tsipras? Allora c'è speranza, ecco cosa accadrebbe'
un Paese crollerà a domino tutta l'Europa, bisogna capire chi sarà a farlo. Secondo me, per dirla con Lenin, l'anello debole della catena sarà sicuramente uno dei Paesi del Mediterraneo e penso soprattutto alla Grecia o alla Spagna".
Da Lenin a Putin che avrebbe presentato una proposta di cooperazione economica alla Grecia. E se a creare l'effetto domino a cui accennava prima non fosse l'uscita di un Paese, ma l'ingresso di un altro, quindi la Russia, in grado di scardinare il sistema sconvolgendo i piani della UE? "Non ho elementi per dirlo, posso solo confidarle che spero fortemente che Putin agganci la Grecia per spezzare le sbarre della gabbia eurocratica. In questo caso le forze della sinistra dovrebbero ampiamente rivedere il proprio giudizio su Putin, ma anche su Tsipras che all'inizio, ed io ho stesso ho responsabilità nel mio piccolo, visto come l'ennesimo Renzi in salsa greca". Se Tsipras facesse una cosa del genere... "A quel punto il signor Tsipras si rivelerebbe un grande uomo politico. Attendiamo i prossimi sviluppi, di certo l'ingresso della Russia nella vicenda sarebbe auspicabile".
caricamento in corso...
caricamento in corso...