Sesso: il maschio italiano è "tecnostressato". Libido addio

08 ottobre 2013 ore 16:24, intelligo
di Giuseppe Tetto
Sesso: il maschio italiano è 'tecnostressato'. Libido addio
Quando un tweet uccide la passione. Troppe luci, suoni a raffica e informazioni a valanga. Il nostro corpo diventa, ogni giorno di più, un oggetto multitasking. E se a giovarne è la nostra conoscenza del mondo, a rimetterci è il nostro partner. Perché, come si fa a non rispondere a un messaggino? Come trattenersi dal controllare i “mi piace” ricevuti sulla foto appena postata? Una continua “ansia da prestazione” che però crea un sovraccarico di emozioni. Tutto per stancarci, isolarci, stressarci. E secondo uno studio condotto dalla Net dipendenza Onlus, una società che si occupa di dipendenza da computer, web e cellulari, questo comporterebbe un drastico calo della libido, specie nei maschietti. La definizione precisa è “'tecnostress” e colpisce circa 2 milioni di italiani. A risentirne maggiormente, i lavori dove è richiesto un massiccio uso di tecnologia e internet. Su centinai di manager della comunicazione intervisti, infatti, tutti hanno confessato di non avere tempo per curare il rapporto di coppia. Sotto accusa ovviamente i social network, con Facebook e Twitter in testa, colpevoli di inaridire i rapporti umani, trasportando le relazioni dal piano “face to face” al mondo virtuale. E così il “tecnostress” aumenta e il livello di testosterone scende. Lo studio, pubblicato su Journal of American Medical Association, evidenzia che il 16% degli uomini che naviga soffre di totale assenza di stimoli sessuali nei confronti della partner per via del troppo tempo passato a postare e twittare. Un problema che in determinate situazioni può portare a una vera e propria dipendenza. Secondo un'indagine di 2013 Mobile Consumer Habits, infatti, un americano su 10 non rinuncia a usare lo smartphone anche durante un rapporto sessuale. Certo a sentire una notizia del genere viene da riflettere: fa strano pensare come i nostri nonni genitori, hanno davvero sacrificato, giorno dopo giorno, le loro vite per salvaguardare quei rapporti che, noi oggi, stiamo riducendo a un mero e spersonalizzato click. Certo altri tempi, altri luoghi quelli, ma che sicuramente difficilmente torneranno…
autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...