Il primo giorno di B. tra malati, giornalisti e contestatori…

09 maggio 2014 ore 11:48, intelligo
Il primo giorno di B. tra malati, giornalisti e contestatori…
Puntuale, anzi un po’ in anticipo. Alle 9.30 Silvio Berlusconi è arrivato all’istituto Sacra Famiglia di Cesano Boscone, in provincia di Milano. E’ il suo primo giorno di affidamento in prova ai servizi sociali nella struttura cui è stato assegnato dal tribunale di sorveglianza.
Inutile dire che l’esordio di B. non è passato inosservato: ad attenderlo troupe televisive e giornalisti arrivati da tutto il mondo. Inviati perfino dal New York Times e da una tv giapponese. L’ex premier ha varcato la soglia del reparto San Pietro dove sono ospiti i malati di Alzheimer: dovrà seguirli e accudirli insieme a un’educatrice e alla responsabile della struttura. Così per quattro ore, anche se è facile immaginare che il leader di Fi come peraltro annunciato, si tratterrà più a lungo di quanto stabilito nelle disposizioni dei giudici. Non sono mancati attimi concitati. Tra i cronisti assiepati davanti all’istituto di Cesano Boscone si è fatto largo Pippo Fiorito, esponente della Cub che è entrato all’interno della struttura protestando per la presenza di Berlusconi. L’uomo ha urlato :“Noi lavoratori italiani abbiamo un sogno nel cuore: Berlusconi a San Vittore”, ma è stato allontanato dalla Digos anche se ha annunciato che tornerà il prossimo venerdì perché “i lavoratori della Sacra Famiglia non vogliono Berlusconi e non doveva venire qui ma anzi andarse e a San Vittore. Lotteremo finchè Berlusconi non se ne andrà”.  
autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...