Forze armate, Tonelli (Sap): "Pentagono italiano? Pericolo accentramento antidemocratico"

01 marzo 2017 ore 13:39, Adriano Scianca
Il ministro Roberta Pinotti sta pensando di modificare la struttura delle Forze armate. "Vediamo se si tratta di efficienza o accentramento del potere", spiega Gianni Tonelli, segretario generale del Sap, che a IntelligoNews illustra tutte le sue perplessità.

Forze armate, Tonelli (Sap): 'Pentagono italiano? Pericolo accentramento antidemocratico'

Che idea si è fatto della riforma voluta dal ministro?

«Sono parecchi anni che si parla di utilizzo ai fini di polizia delle forze militari. Al di là del fatto che quando lo proponeva il centrodestra la sinistra ha fatti le barricate, salvo poi proporlo essa stessa come panacea di tutti i mali, un intervento coadiuvante può anche essere utile. Ma pensare di sostituire le forze di polizia con i militari è come sostituire un soldato al fronte con un poliziotto. Ognuno deve fare il lavoro per il quale è stato formato, sotto il profilo materiale e psicologico. Stanno lavorando solo sulla sicurezza percepita. Che è importante, perché io devo anche sentirmi sicuro, oltre che esserlo, ma non si possono invertire le due cose: prima bisogna mettere in sicurezza la gente, poi pensare di farla anche sentire sicura».

Il ministro vorrebbe tagliare i generali. Spending review necessaria o soliti tagli selvaggi?

«A volte ai vertici spettano troppi privilegi e prebende. Ma voglio verificare se si tratta di reale spending review, perché altrove non l'ho sperimentata, tipo nel ministero dell'Interno, dove si è tagliato di truppa e non di vertice. Non so se sia una mossa genuina. Francamente dubito molto, mi permetto di pensare che si voglia prepensionare qualcuno per sostituirlo con persone più fidelizzate».

Il ministro vorrebbe un Pentagono italiano. Serve davvero?

«Va visto se è in una logica di efficientamento o di accentramento di potere. L'ultima riforma costituzionale, stra-bocciata dagli italiani, sotto una falsa idea di efficienza cercava di accentrare il potere in maniera pericolosa e antidemocratica. Abbiamo già il ministro della Difesa che è il capo supremo, se si ritiene che sia debole bisognerebbe rafforzare lui».

caricamento in corso...
caricamento in corso...