Raggi, dopo Boldrini anche Pivetti Vs Libero: "Porcherie inaccettabili, ora si sentirà un gigante"

10 febbraio 2017 ore 17:00, Andrea De Angelis
Quel titolo proprio non è piaciuto alle istituzioni. Non solo il Movimento 5 Stelle, ma anche il Partito Democratico ha subito dato vita ad una levata di scudi per difendere il sindaco di Roma Virginia Raggi da quel "patata bollente" pubblicato dal quotidiano diretto da Vittorio Feltri. E a questo coro si unisce anche la voce di una ex Presidente della Camera. IntelligoNews ha infatti intercettato Irene Pivetti che non ha di certo nascosto il suo pensiero...

Come commenta questa prima pagina di Libero?
"Mi sono persa la polemica perché è tutto il giorno che lavoro, ma ho trovato quel titolo schifoso. Di pessimo gusto. Peraltro questo è quel giornale che quando Veronica Lario si separò da Berlusconi la pubblicò in prima pagina con il seno di fuori, andando a pescare una vecchia foto di quando era ragazza. Per me è un giornale che non ha vergogna. Sono dispiaciuta, lo considero un bel giornale che tra l'altro leggo. Però quando fa così è indecente perché ci sono delle cose che devono essere tabù".

C'è chi sottolinea come Libero sia riuscito a far difendere Veronica Raggi dal Pd, mentre il centrodestra è meno esplicito. Sentendo lei mi pare di capire che però certa indignazione non dev'essere di destra o di sinistra, se è sbagliato lo è e basta?
"Non lo so, io non parlo a nome del centrodestra, ma di una lettrice di Libero tanto per dirne una e da persona che ha le sue opinioni che tutti conoscono. Non rappresento una forza politica, ma sono un cittadino italiano che trova questo scadimento inaccettabile. Peggio di una frase razzista o di discriminazione religiosa. Ma come si permettono? Ci sono delle violazioni che devono essere tabù, queste porcherie non si fanno". 

Raggi, dopo Boldrini anche Pivetti Vs Libero: 'Porcherie inaccettabili, ora si sentirà un gigante'
I cosiddetti casi di sessismo hanno purtroppo vari episodi. Pensiamo alle parole del pentastellato De Rosa con Moretti, o ancora al ministro Boschi e alla Presidente Boldrini. Possibile che nel 2017 si debba ancora stare a parlare delle difficoltà che incontrano le donne in politica? Lo chiedo all'ex Presidente della Camera.

"Questo purtroppo è vero, hanno difficoltà anche a fare affari, ad essere direttori di banca. Ma non voglio metterla su questo piano, dal lato delle donne. Non credo che sia un problema delle donne, mi chiedo se è possibile che ancora oggi ci siano delle persone che hanno bisogno di berciare in questo modo scomposto, aggredendo gli altri perché sennò temono di non essere prese in considerazione? Persone che devono essere di gusto infimo in questo modo? Essere così in basso? Perché francamente le donne poi dinanzi a questa roba giustamente si sentono giganti. Penso che la Raggi davanti a questo giustamente si sente un gigante. Quella robaccia ti ferisce il buon gusto, ma ti fa sentire più forte. Se sei finito a questo livello per attaccarmi vuol dire che hai finito gli argomenti. Mi meraviglio che un Paese civile possa spingersi così in basso. Mi dà fastidio, dovrebbe proprio essere un tabù".

#raggi #pivetti #libero
caricamento in corso...
caricamento in corso...