Artificiere ferito senza assicurazione, CasaPound: ''Siamo al disfacimento dello Stato. Noi lo aiuteremo"

10 gennaio 2017 ore 14:10, intelligo
di Stefano Ursi

In relazione alla vicenda dell'artificiere rimasto gravemente ferito la notte di Capodanno da un ordigno davanti alla libreria ''Il Bargello'' di Firenze legata a Casapound, sta facendo molto la denuncia del Siulp (Sindacato Italiano dei Lavoratori della Polizia di Stato), secondo il quale ''non c’è protezione assicurativa per questo tipo di infortuni e per tutti gli altri tipi di infortuni occorsi ai poliziotti in servizio''. Si è aperta, in queste ore, per aiutare l'artificiere, una gara di solidarietà e IntelligoNews ha chiesto a Simone di Stefano vicepresidente di CasaPound, come il movimento si muoverà per portare il proprio contributo.

Come vi muoverete in relazione alla gara di solidarietà per l'artificiere ferito?


Artificiere ferito senza assicurazione, CasaPound: ''Siamo al disfacimento dello Stato. Noi lo aiuteremo'
''Non pubblicamente ma prevalentemente sul piano privato, per capire soprattutto cosa serve e dare il nostro contributo. Certo, mi faccia dire, fa riflettere che debbano essere i singoli movimenti o i sindacati piuttosto che lo Stato a muoversi, a dimostrare vicinanza ad un uomo dello Stato''.

Sintomo del momento storico?

''E' facile dare dell'eroe a tizio o caio. Poi però, se come denuncia il Siulp non c'è nemmeno un'assicurazione a coprire un evento del genere, per un artificiere, è altrettanto semplice comprendere quale sia, ormai, il livello di disfacimento dello Stato''.
autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...