Nord Corea-Usa, l'esperto Micalessin rivela: "É in Siria che si rischia la terza guerra mondiale"

11 aprile 2017 ore 11:54, Andrea De Angelis
Trump e Putin, distanti o vicini? La domanda sorge spontanea dopo quanto successo la scorsa settimana in Siria visto che l'offensiva statunitense, al di là del fatto che sia arrivata solo dopo aver avvisato i russi, potrebbe essere stata solo una messa in scena per mostrare i muscoli e, forse, far capire ad Assad che è meno forte di quanto possa credere. Questa la chiave di lettura? IntelligoNews lo ha chiesto al giornalista de Il Giornale e inviato di guerra Gian Micalessin, parlando anche della situazione esplosiva in Corea del Nord e del ruolo che la Cina potrebbe aver laddove dovesse esserci una escalation militare nel continente asiatico...
Nord Corea-Usa, l'esperto Micalessin rivela: 'É in Siria che si rischia la terza guerra mondiale'
Il bombardamento della base siriana può essere stato una sceneggiata, con Trump e Putin d'accordo e pronti a gestire il futuro della Siria sacrificando Assad?
"Sicuramente il bombardamento può essere stato una conseguenza delle accuse rivolte in questi mesi a Trump di essere eccessivamente vicino a Putin. Addirittura di essere una sua marionetta. Questo può averlo indotto ad un'azione decisa, per smarcarsi appunto dai sospetti di essere legato a Putin. Questo però ben difficilmente ci può far immaginare che Putin abbia voglia di abbandonare la Siria. Ricordiamoci che è lì ed ha sempre sostenuto Assad perché la Siria rappresenta il suo sbocco naturale nel Mediteranneo, è l'ultima base che ha in quel mare. La Siria è anche il trampolino russo per tornare in Medio Oriente, nonché per il difficile gioco nel risiko delle grandi potenze. Attraverso il suo impegno in Siria, Putin ha ridato alla Russia prestigio e peso internazionale". 

C'è il rischio che in Siria si possa verificare un altro Iraq?
"Il rischio c'è sicuramente, lì si rischia anche una guerra mondiale. Il futuro della Siria è decisamente imponderabile. Stiamo parlando di un territorio dove è presente l'esercito russo, quello siriano, l'esercito iraniano. Le milizie irachene, quelle sciite afgane, ovviamente jihadisti di tutto il mondo, i curdi, l'esercito turco. Insomma, ci sono tutti gli ingredienti perché la situazione sia assolutamente imponderabile". 

"Visto quello che è successo in Siria - ha detto la Corea del Nord - abbiamo fatto un milione di volte bene a dotarci del nucleare e risponderemo all'offensiva statunitense". Le chiedo: c'è il rischio che la scintilla del conflitto mondiale arrivi proprio da lì?
"In Corea vedo meno rischi, penso che nessuno si schiererà a favore di un regime ingiustificato e ingiustificabile. C'è il rischio della proliferazione nucleare, le armi possono finire nelle mani di un regime assolutamente incontrollato. Credo che Trump voglia proseguire nel dimostrare che lui è un leader decisionista e che, a differenza del suo predecessore Obama, è pronto a intervenire e a spegnere le crisi sul nascere. C'è però una riflessione da fare: se le prove contro
Nord Corea-Usa, l'esperto Micalessin rivela: 'É in Siria che si rischia la terza guerra mondiale'
Pyongyang sono abbastanza evidenti, quelle sul fronte siriano lo sono assai meno. Trump ha parlato di un crimine di guerra, ma questi vanno prima investigati e poi puniti. Il punto non è se siano state usate armi chimiche, ma chi le ha usate e da quali arsenali provenissero". 

Il ruolo della Cina qual è? Potrebbe cogliere l'occasione guardando con più aggressività a Taiwan?
"Sì, però ricordiamoci che la Corea del Nord non è una pedina fondamentale per la Cina. Questa negli ultimi anni ha rallentato molto i contatti con Pyongyang. Gli stessi cinesi considerano quel regime inaffidabile. Penso che anche loro alla fine potrebbero vedere con favore una punizione americana. Ci sono però altri punti su cui la Cina non è disposta a cedere, come la disposizione strategica nel Mar Cinese e tutte le questioni che riguardano la presenza nel Pacifico". 

#corea #trump #siria 
caricamento in corso...
caricamento in corso...