Bombe a Borussia Dortmund, gli indizi che Souad Sbai indica come "pista islamica radicale"

12 aprile 2017 ore 12:09, intelligo
di Stefano Ursi 

La Polizia sta verificando se dietro le esplosioni avvenute ieri sera a Dortmund vicino l'autobus del Borussia Dortmund che stava portando la squadra nello stadio della città tedesca per il quarto di finale di Champions League contro il Monaco, ci sia una pista islamica radicale. Secondo Sueddeutsche Zeitung, NDR e WDR, nella lettera di rivendicazione ritrovata vicino l'autobus si fa riferimento all'attentato contro un mercatino di Natale a Berlino e alle missioni dei Tornado tedeschi in Siria. Adesso anche il mondo del calcio dunque è nel mirino del terrorismo islamista? Siamo di fronte ad un altro salto di qualità da parte dell'Islam radicale. 
Intelligonews lo ha chiesto a Souad Sbai giornalista esperta di terrorismo.
Bombe a Borussia Dortmund, gli indizi che Souad Sbai indica come 'pista islamica radicale'
 

Dietro l'attentato di Dortmund anche secondo lei c'è l'islamismo radicale?

"E’ chiaro che è terrorismo, che la matrice sia quella dell' islamismo radicale mi pare evidente. Una tifoseria non mette una bomba che poteva fare una strage". 

Non è strano che a distanza di 24 ore la Polizia brancoli ancora nel buio?

"E’ normale, perché non siamo preparati a tutte queste cose. Queste persone combattono dappertutto e si muovono ovunque. non è che adesso salgono tutti su un camion e vanno contro la folla. Stanno cercando altre soluzioni. Ho letto ultimamente in qualche sito arabo che c’è anche l'idea di bloccare una macchina in piena autostrada e lasciarla li ferma o di guidare contromano, le stanno pensando tutte. Si tratta di islamisti semi radicalizzati, non radicalizzati totalmente, e sono anche più pericolosi. Oggi sono ancora più arrabbiati. C’è chi investe per radicalizzare ancora di più i foreign fighters"   

Se fosse confermata la pista islamista radicale che significato ha colpire il mondo del calcio internazionale? Potrebbe significare un salto di qualità maggiore per riprendersi nel momento in cui a detta di tutti l'Isis è in difficoltà?

"Il salto di qualità è molto più alto, perché il calcio è visto da tutte le culture in maniera diffusa. Colpire il mondo del calcio certo assume un significato dirompente. Ma dopo il calcio ci sarà altro. Punteranno alle scuole, ai licei come avvenuto in America, non si fermeranno davanti a niente. Un plauso va fatto al Ministro dell'Interno Minniti e all’ultimo decreto fatto che prevede l'espulsione per gli immigrati che si radicalizzeranno nel nostro Paese" Speriamo soltanto che queste disposizioni poi vengano concretamente attuate". 

autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...