Consultazioni Gentiloni, parla Librandi: “Contro gli sfascisti, una nuova grande proposta civica"

12 dicembre 2016 ore 12:29, Fabio Torriero
Consultazioni bollenti. Oggi la delegazione dei Civici Innovatori, guidata da Giovanni Monchiero, è stata ufficialmente ricevuta dal presidente del Consiglio incaricato Paolo Gentiloni. Un colloquio di venti minuti circa.
Con Monchiero Gianfranco Librandi, tra i parlamentari storici di Scelta Civica, deputato e membro della Commissione Bilancio della Camera, che IntelligoNews ha intercettato.

Librandi, come è andato l’incontro?

“Ottimamente. Il presidente incaricato è un uomo preparato, riflessivo, attento alle dinamiche politiche e soprattutto, consapevole del momento storico particolarmente delicato. Siamo in una fase complessa dal punto di vista istituzionale, politica, sociale ed economica”.

Ma l’area moderata che rappresentate non è un po’ troppo frastagliata, divisa?

“E’ in progress. Il nostro gruppo, forte di 17 elementi, si sta rafforzando. Stiamo aggregando nuove energie e competenze. E aumenterà. Siamo il nucleo base che ha costituito Scelta civica con Monti e che ha ottenuto il 10% dei consensi nazionali alle ultime elezioni. Molto presto daremo vita ad una grande, nuova, proposta civica per il Paese”.

Con quali parole d’ordine?

“Costruttori, per rispondere chiaramente e praticamente ai demolitori, a quelli che invitano a votare di pancia, a quelli che vellicano i peggiori istinti, quelli che vogliono farci uscire dall’euro. Ai negativi, ai distruttivi che ci condannano alla palude immobilista. Sarà un’iniziativa di base che avrà come bandiere la casa, il lavoro, la sicurezza. Tre emergenze che hanno spinto molti italiani a votare no al referendum del 4 dicembre”.

E con Gentiloni?

“Articoleremo una collaborazione creativa e propositiva”.

caricamento in corso...
caricamento in corso...