Loris Bertocco, Adinolfi: "A eutanasia capitolo più lungo del mio libro. Vendono pelle di disperati"

12 ottobre 2017 ore 16:43, Andrea Barcariol
Dopo il caso di Loris Bertocco, 59 anni, paralizzato da 40, che ha scelto la morte in una clinica in svizzera, si parla molto di "un modo alternativo di accompagnamento per un fine vita dignitoso". Su questa vicenda e sul delicato tema dell'eutanasia IntelligoNews ha ascoltato il leader del Popolo della Famiglia Mario Adinolfi.

Le richieste di eutanasia in Italia sono in aumento. Secondo lei si tratta di una spinta mediatica o semplicemente influiscono i progressi della medicina?

"La cultura della morte ha fatto passi da gigante affermandosi stabilmente nella pubblicistica, nel giornalismo, persino nel mondo dello spettacolo e installandosi in politica. Non dimentichiamo che una legge sulle disposizioni anticipate di trattamento è stata votata dalla Camera con appena 37 voti contrari su 630 aventi diritto. A difendere la cultura della vita siamo rimasti in pochi, siamo voci isolate. Si vuol far passare il memoriale di Loris Bertocco come un cavallo di troia per far approvare una legge simile a quella svizzera che è una legge ignobile e barbara, che vende la pelle dei disperati a 15mila euro".

Loris Bertocco, Adinolfi: 'A eutanasia capitolo più lungo del mio libro. Vendono pelle di disperati'
Come intendete contrastare questo fenomeno?

"Con la cultura della vita, dell'accoglienza, dell'amore, dello stare accanto a chi sta male. Si rende più facile la strada a chi pensa che sia cosa giusta sopprimere chi soffre e aiutare la sua morte. Questo è un dato di fatto culturale".

Lei ha dedicato all'eutanasia un capitolo del suo nuovo libro "O capiamo o moriamo". 

"E' il capitolo più lungo del libro che presentiamo sabato con Costanza Miriamo, Marco Scicchitano e Padre Maurizio Botta al teatro Sala Umberto di Roma, alle ore 11".

Un ritorno alla vecchia squadra.

"Quattro anni fa facemmo dei tour teatrali, torniamo a vederci per un solo giorno, tutti insieme per affrontare tematiche fondamentali come quella della lotta all'eutanasia. Ci saranno anche moltissimi amici che ci verranno a trovare. Per il nostro mondo abbiamo ricomposto la band, è come se i Beatles tornassero a suonare insieme, per un evento credo unico. E' bello ritrovarsi dopo tante battaglie condotte insieme, battaglie che il libro riassume".

Se dovesse presentare in poche parole ai lettori il suo nuovo libro cosa direbbe?

"E' un manuale pieno di dati che racconta quanto abbiamo ammainato la nostra bandiera sui valori e sui principi essenziali e quanto questo sia rischioso con l'avanzata della cultura nichilista e del fondamentalismo islamista. Una tenaglia che può determinare la fine della civiltà occidentale. Questa non è teoria o una battaglia culturale, ma carne e sangue della nostra vita di tutti i giorni".

#eutanasia #adinolfi #libro #ocapiamoomoriamo


caricamento in corso...
caricamento in corso...