Delitto Ferrara, Meluzzi: "Cari genitori, spinelli e videogiochi portano a totale derealizzazione"

13 gennaio 2017 ore 10:33, Andrea De Angelis
"In questa crisi di comunicazione tra giovani e adulti sta anche un drammatico iato tra generazioni" e "allevarsi degli estranei in casa può produrre nulla di grave o cose gravissime". Così lo psichiatra Alessandro Meluzzi nel commentare su IntelligoNews l'omicidio di Pontelangorino, piccolo borgo di mille abitanti nel comune di Codigoro (Ferrara), che ha visto protagonisti due minori e ha come vittime i genitori di uno dei due. Spinelli, videogiochi, grossi problemi a scuola, denaro: anche questi gli elementi riportati dai principali quotidiani nazionali. Meluzzi punta il dito contro le cosiddette droghe leggere: "Il tetraidrocannabinolo è un allucinogeno, un psicodislettico. Quindi allontana dalla realtà, soprattutto i soggetti che hanno uno scarso aggancio con essa". Quindi un consiglio ai genitori di quei ragazzi che sembrano apatici, malinconici, distaccati dalla realtà.

Il Corriere della Sera parla di alcuni amici che dicono come la loro vita fosse anche "spinelli su spinelli" e "assenze a scuola". Ci si concentra molto sul rapporto del figlio con le vittime, ma cosa devono pensare oggi i genitori italiani? C'è da avere paura, da essere più rigidi?

"C'è da avere un giusto livello di allerta. Lasciare che si formi questo bubbone di tedio, di inattività, di noia, di aggressività, risentimento e demotivazione in una stagione della vita problematica come l'adolescenza è sicuramente la fonte di molti mali come le dipendenze, ma anche comportamenti distruttivi e autodistruttivi. In questa crisi di comunicazione tra giovani e adulti sta anche un drammatico iato tra generazioni, con gli adulti che sono costretti a correre, lavorare, produrre e pagare sempre di più e dei giovani senza prospettive per il futuro che in qualche modo riempiono la loro malinconica esistenza di canne e videogiochi". 

Quindi la malinconia dei giovani deriva da solitudine e poca speranza verso il futuro?
"Deriva da una mancanza vera di prospettive e soprattutto da un'assenza di modelli facilmente imitabili. Nel mondo contadino non c'era il tempo per tutto questo vuoto. Nei mesi d'inverno si andava a scuola, in quelli estivi si andava prima a tagliare il fieno, poi a mietere e battere il grano, quindi a vendemmiare e infine si tornava a scuola. Qui invece né si studia né si lavora e soprattutto c'è la sensazione che non ci sarà mai un futuro di lavoro. Così la tendenza all'autodistruttività può in alcune psicologie diventare furiosa".

Delitto Ferrara, Meluzzi: 'Cari genitori, spinelli e videogiochi portano a totale derealizzazione'
Ma questi spinelli? A volte si sente dire cosa vuoi che siano, ma forse è il caso di essere più precisi.
"Il tetraidrocannabinolo è un allucinogeno, un psicodislettico. Quindi allontana dalla realtà, soprattutto i soggetti che hanno uno scarso aggancio con essa. Poi mescolato a un po' di coca fumata, un poì di crack eccetera diventa una miscela micidiale". 

E dopo l'omicidio si va a giocare ai videogiochi. Altro modo per allontanarsi dalla realtà?
"Si arriva così alla totale derealizzazione rispetto alla realtà".

Sembra che per l'amico del figlio delle vittime ci sia stato un anticipo di 85 euro e poi altri soldi, forse mille euro. Bisogna chiedersi anche quanto valga la vita oggi?
"Questo è un aspetto accessorio della questione, questi due vivevano in simbiosi psicologica. Il denaro senza spessore, identità e fonte diventa una specie di farina di satana. Il vero problema è ristabilire un orizzonte di senso, nel quale rientri anche un denaro giustamente e faticosamente guadagnato. Questo è il nulla, è l'espressione del nulla maligno". 

Per concludere, che consiglio si sente di dare a quei genitori che vedono i loro figli un po' assenti, malinconici, apatici?
"Tentare di dedicargli del tempo. Non solo qualità del tempo come è stato detto per tanti anni, ma anche quantità del tempo. Allevarsi degli estranei in casa può produrre nulla di grave o cose gravissime". 


caricamento in corso...
caricamento in corso...