Fusaro tuona: "Un ordine dissolve i diritti. Resistere nel nome di Charlie Gard"

14 luglio 2017 ore 15:42, Americo Mascarucci
Malta ha approvato la legge sui matrimoni gay con 66 voti a favore e solo uno contrario. Sarà possibile, secondo la legge appena approvata, procedere anche alle adozioni, già previste nel paese per le unioni civili. Spariscono per legge le figure genitoriali. Niente più madri e padri ma genitori in senso neutro. Una rivoluzione che la dice lunga su come il vento del relativismo etico stia spirando sempre di più in Europa dettando la propria agenda politica. Tutto ciò mentre in Gran Bretagna il destino del piccolo Charlie Gard continua a restare appeso a quella spina che tiene attivo il respiratore artificiale che i medici, con il permesso dei giudici e della Corte europea dei diritti dell'uomo vorrebbero staccare, e che i genitori fino ad oggi sono invece riusciti a tenere attaccata. Fino a quando? Intelligonews ha parlato di tutto questo con il filosofo Diego Fusaro.
Fusaro tuona: 'Un ordine dissolve i diritti. Resistere nel nome di Charlie Gard'
 

Malta ha approvato la legge sui matrimoni gay: 66 voti a favore e solo un deputato contrario, di estrazione cristiana, Edwin Vassallo. Come commenta?

"La libertà è di chi dice no e di chi resta in minoranza assoluta mantenendo la propria capacità di opporsi. Quindi al di là del contenuto specifico è sicuramente importante che almeno uno si sia opposto e abbia tenuto alta la bandiera del dissenso". 

Nella legge anche disposizioni lessicali, che ad esempio eliminano i termini ''padre'' e ''madre'', sostituiti con ''genitori''. O ad esempio ''nome della ragazza'' è sostituito con ''cognome alla nascita''. Che vuol dire questo? 

"Abbiamo un esempio magnifico e fulgido di neolingua come obiettivo di imporre il pensiero unico e denigrare chiunque non lo accetti. Ecco dunque che spariscono i lavoratori, sparisce lo sfruttamento, spariscono i genitori, madre e padre e resta una neolingua unica, globale, liberista che avvalla e santifica l’ordine dominante. Un ordine che dissolve i diritti, dissolve la famiglia, dissolve gli stati nazionali e impone l’open space della mondializzazione senza confini, senza diritti e senza più pilastri etici comunitari". 

Intanto il destino di Charlie Gard resta in bilico, nonostante la possibilità di una cura sperimentale da applicare al suo caso, i medici insistono nel volergli staccare la spina

"Su Charlie Gard ripeto quello che ho già detto. Charlie è una vita inutile per il capitale che vuole vite utili immediatamente spendibili e produttive e mira a liquidare in blocco tutto ciò che non è immediatamente utile. Ecco perché vuole imporre il dovere di morire per Charlie Gard e per quanti in futuro non saranno immediatamente utilizzabili nel circo dello scambio del consumo e della produzione. Questo è il punto. Il capitale imporrà questa nuova frontiera alla quale dovremo resistere nel nome di Charlie Gard e del diritto alla vita come priorità rispetto al capitale".



caricamento in corso...
caricamento in corso...