Taxi Vs Uber, Bittarelli (Uritaxi): "Inutile protestare dopo ok a incontro con Delrio. Un appello ai colleghi"

17 febbraio 2017 ore 14:37, Americo Mascarucci
"Il malessere dei tassisti è legittimo e comprensibile, ma è inutile bloccare i taxi dopo aver ottenuto l'incontro al Ministero con il Ministro Graziano Delrio".
Dalle colonne di Intelligonews Loreno Bittarelli, presidente della Cooperativa Radio Taxi 3570 di Roma e dell'Unione di Rappresentanza Italiana dei Tassisti rivolge un appello ai colleghi affinché cessino il blocco dei taxi nella Capitale. Protesta a suo dire inutile anche se supportata da giuste ragioni.
Taxi Vs Uber, Bittarelli (Uritaxi): 'Inutile protestare dopo ok a incontro con Delrio. Un appello ai colleghi'

Perché i tassisti sono in agitazione fino a bloccare il servizio a Roma. Che sta succedendo?

"La categoria si è sentita tradita dal Governo con il quale aveva sottoscritto dei patti, primo fra tutti l’apertura di un tavolo di discussione per riordinare la legge che regolamenta il nostro settore, la n.21 del 1992. Poi nei giorni scorsi, con il decreto milleproroghe, ci siamo trovati un emendamento che di fatto sospende l’efficacia di modifiche introdotte alla legge nove anni fa che rendevano più stringenti le norme contro l’abusivismo. In pratica ci siamo sentiti presi in giro dal Governo che con questo emendamento è sembrato voler semplificare la vita agli abusivi. C’è stata una reazione immediata e spontanea. Abbiamo sconsigliato questa protesta e ce ne siamo dissocuiati. Ma è stato facile per i capipopolo approfittare della crisi economica, del dilagare dell’abusivismo e dello sviluppo massiccio delle multinazionali per convincere i tassisti al blocco dei taxi. Sono stato poco fa a Fiumicino e ho cercato di convincere i colleghi a riprendere il servizio dopo aver ottenuto per martedì un incontro con il Ministro Delrio. Ho avuto modo di appurare che molti vorrebbero cessare la protesta ma hanno il timore di subire ritorsioni da parte di colleghi facinorosi".

Quando parlate di abusivi, vi riferite anche agli NCC? C'è chi dice che la protesta sia soprattutto contro di loro

"C’è l’abusismo puro, quello di chi adesca le persone fuori dagli aeroporti e le trasporta spacciandosi per tassista, e c'è invece un semi-abusivismo, quello dei noleggiatori che ottengono la licenza in Calabria o in Abruzzo e poi vengono a svolgere il servizio qui a Roma. E questi purtroppo sono migliaia. In un momento di crisi come quello che stiamo vivendo, farsi togliere lavoro da chi opera in maniera illegittima, o addirittura illegale, non può che incrementare la rabbia dei tanti regolari".

Poi c'è il problema di Uber. Cosa vi dà maggiormente fastidio?

"Che utilizzi un servizio proprio dei tassisti sfruttando le nuove tecnologie per i noleggi con conducente. Un servizio questo che non può svolgersi su piazza. Invece gli autisti di Uber girano per la città in attesa che arrivi la chiamata dall’apposita app per recarsi sul posto e caricare il passeggero". 

Quanto pensa che durerà la protesta?

"La protesta è inutile perché, come detto, abbiamo ottenuto un incontro con il Governo e un tavolo di discussione. Non ha senso quindi creare disagio ai cittadini, rischia di rivelarsi controproducente anche per noi. Molto dipenderà dalle forze dell’ordine e da quanto saranno in grado di tutelare i colleghi che vogliono riprendere il lavoro ma rischiano di subire le ritorsioni dei violenti"

caricamento in corso...
caricamento in corso...