Love is Love, ma per Fusaro: "No omofobia allargata a chi crede a madre, padre e famiglia"

17 maggio 2017 ore 12:41, Stefano Ursi
Oggi nel mondo si celebra la Giornata contro l'omofobia, in cui si ricorda la lotta contro la discriminazione in base all'orientamento sessuale. Questa giornata dovrebbe aprire, però, anche alla riflessione su tutte le altre forme di discriminazione, da quella contro i cristiani a quella economica e sociale, solo per dirne alcune. IntelligoNews ne ha parlato con Diego Fusaro, che da filosofo analizza e sviscera tutti gli aspetti correlati al tema e ricorda come sia proprio il meccanismo della memoria che ''nell'atto stesso di ricordare qualcosa dimentica qualcos'altro''. E poi spiega la citazione della riflessione del filosofo Heidegger sul suo profilo Facebook: ''Il tempo della notte del mondo è il tempo dell’indigenza perché diviene sempre più indigente. È già divenuto così indigente da non essere più in grado di notare la mancanza di Dio come mancanza''.

Love is Love, ma per Fusaro: 'No omofobia allargata a chi crede a madre, padre e famiglia'
Diego Fusaro
Giornata mondiale contro l'omofobia, un suo commento.

''Ovviamente la mia solidarietà a tutti coloro che lottano contro ogni forma di discriminazione. Dopodiché occorre distinguere fra il concetto di omofobia come discriminazione, che deve essere giustamente perseguita, e quello di omofobia allargato, con cui si sanzionano ponendoli sullo stesso piano delle discriminazioni, quelli che ancora credono che esistono la madre, il padre e la famiglia come istituto etico. Dunque è bene fare molta attenzione a distinguere la discriminazione, che va perseguita, dalla libera capacità di pensare con la propria testa''.

Ci sono però moltissime altre forme di discriminazione di cui non si parla, come ad esempio la cristianofobia: viene ucciso, nel mondo, un cristiano ogni 5,8 minuti. Perché?

''E' evidente come la società del pensiero unico capitalista condanni sempre tutte le forme di discriminazione che non sono quella fondativa del sistema, come quella economica di classe: non ci sono giornate dedicate a quello. E altre come quella dei cristiani. Si procede sempre selettivamente: la memoria è qualcosa che nell'atto stesso di ricordare qualcosa dimentica qualcos'altro. È un punto su cui bisogna ragionare''.

Entriamo nella citazione di Heidegger sul suo una profilo Facebook. Oggi il mondo è ipermaterialista, condito da una grande dose di buonismo: dove sta, da filosofo, il cortocircuito?


''Intanto direi che il senso della riflessione di Heidegger stia nel fatto che il capitalismo sta divinizzando il mondo ovvero sta rimuovendo ogni forma di sacertà legata al divino e alle forme della vita. O comunque di aree non mercificabili o non riconducibili alla tecnica, e non me ha nemmeno più coscienza: il buio diventa così buio che nemmeno di esso si ha più coscienza. Il cortocircuito sta esattamente in questo: manca la coscienza stessa della contraddizione''.

#omofobia #giornatamondiale #discriminazione #loveislove
autore / Stefano Ursi
caricamento in corso...
caricamento in corso...