Brennero stop migranti, CasaPound: "Non calano le braghe. Alfano tornerà da B."

18 luglio 2017 ore 11:43, Andrea Barcariol
E' ancora scontro a 360 gradi sui migranti. L'Austria alza la voce di fronte all'ipotesi che l’Italia conceda permessi umanitari ai richiedenti asilo presenti sul suo territorio. “Proteggeremmo la frontiera del Brennero. Di certo non permetteremmo che la gente possa liberamente andare a nord”, ha detto il ministro degli Esteri austriaco Sebastian Kurz al termine del Consiglio dei rappresentati diplomatici dell’Unione europea. Di questo IntelligoNews ha parlato con Simone di Stefano, vicepresidente di CasaPound.

Brennero stop migranti, CasaPound: 'Non calano le braghe. Alfano tornerà da B.'
L'Austria pronta a blindare il Brennero in caso di visti umanitari concessi dall'Italia. Cosa ne pensa?

"L'Austria fa benissimo a comportarsi così, il problema è tutto del nostro governo che ha fatto riempire l'Italia di clandestini, raccogliendo chiunque, sapendo che l'Europa non li avrebbe mai fatti entrare, neanche con uno  stratagemma temporaneo".

Anche Emma Bonino qualche settimana fa ha parlato di accordo fatto nel 2014 sui migranti con l'Ue?

"Sì c'è stato un accordo, hanno detto che prendevamo tutti, in cambio di qualche sconto sui bilanci e un po' di mano libera. E' stata una politica criminale, ora Francia, Austria, Spagna non ne vogliono sapere, per me l'Ue è morta completamente su questa vicenda. Dobbiamo arrivare alla fine totale di Schengen. Noi lo sapevamo già, i fessacchiotti nostrani invece erano convinti che prima o poi l'Europa si sarebbe calata le braghe e avrebbe risolto i problemi dell'Italia".

Rimanendo in tema di immigrazione, Gentiloni ha rimandato lo ius soli e Alfano si è intestato il merito. Che idea si è fatto di questa vicenda?

"Gentiloni ha spiegato chiaro e tondo il motivo: il clima che si è creato intorno allo ius soli. C'è un clima molto teso nel Paese riguardo questa vicenda e CasaPound ha contribuito a crearlo, partendo da quanto accaduto sotto il Senato quando siamo stati caricati dalle Forze di Polizia. Quell'episodio ha dato coraggio anche alla Lega e si è arrivati ai sondaggi che dimostrano che lo ius soli non è gradito al 90% degli italiani. Questo clima indigesto lo abbiamo creato noi, siamo orgogliosi e lo rivendichiamo. E' così che si fanno le cose quando un governo fa scelte impopolari, bisogna scendere in piazza e schierarsi".

Come giudica la strategia di Alfano di fare ora la voce grossa all'interno del governo?

"Sono convinto che Alfano e il suo partito siano delle truppe cammellate di Berlusconi per tenere in piedi il Patto del Nazareno e il governo con il Pd. Ora cercheranno di tornare all'interno del centrodestra. Alfano sa benissimo che facendo passare lo ius soli insieme al Pd non ha nessuna speranza di superare lo sbarramento del 4% che comunque non supererà ugualmente".

Sulle unioni civili, ad esempio, Alfano non ha fatto la stessa battaglia. Perché?

"Perché c'era ancora tanta strada da fare come ministro. Penso che gli elettori lo faranno sparire nelle prossime elezioni. Probabilmente lui, e magari qualcun altro, andranno a infilarsi dentro Forza Italia. Sarebbe abbastanza ridicolo, ma purtroppo possibile".


#migranti #austria #brennero


caricamento in corso...
caricamento in corso...