Mozione Bankitalia, Rinaldi (economista): "Tardiva ma giusta: 64mld bruciati sono troppi"

18 ottobre 2017 ore 12:13, Americo Mascarucci
E' scontro nel Pd su Bankitalia. Da una parte il premier Gentiloni che in accordo con il Capo dello Stato è pronto a riconfermare l'attuale governatore Ignazio Visco per altri sei anni, dall'altra il Pd che ha presentato una mozione chiedendo discontinuità nella gestione della Banca d'Italia. Renzi si è chiamato fuori, ma sono molti a ritenere che sia proprio lui l'ispiratore dell'iniziativa, volta a spuntare le armi della propaganda delle opposizioni in campagna elettorale intorno agli scandali che hanno coinvolto diversi istituti di credito. L'ennesimo scontro istituzionale che cova sotto la cenere? Intelligonews ne ha parlato con l'economista Antonio Maria Rinaldi.
Mozione Bankitalia, Rinaldi (economista): 'Tardiva ma giusta: 64mld bruciati sono troppi'

Vede uno scontro a tre, Renzi da una parte contro Mattarella e Gentiloni dall'altra?

"Che ci sia uno scontro è fuor di dubbio. Condivido lo spirito della mozione del Pd, ma mi chiedo come mai soltanto adesso il principale partito di governo si accorga che la Banca d'Italia non ha svolto a dovere la sua funzione ispettiva sugli istituti di credito. Nasce il legittimo sospetto che la mozione, puramente simbolica dal momento che il Parlamento non ha nessun potere sulla nomina del governatore, abbia finalità puramente elettorali. E' evidente che le crisi delle banche italiane, costate 64 miliardi di euro a danno di famiglie, risparmiatori e investitori, avranno un peso fortissimo nella prossima campagna elettorale. Premesso ciò ritengo sconcertante l'intervento di Mattarella".

Ma il Capo dello Stato non ha il dovere di tutelare l'indipendenza di Bankitalia?

"Se è vero che il Parlamento non ha titolo per proporre il nome del governatore, questa competenza non l'avrebbe nemmeno Mattarella dal momento che deve essere il Consiglio dei ministri ad indicare l'inquilino di via Nazionale. Trovo fuori luogo l'intervento del Capo dello Stato a difesa di Visco di fronte a 64 miliardi di euro bruciati dalle banche. Devo dare atto al Pd di essere riuscito nell'effetto sorpresa, visto che era imprevedibile potesse arrivare questa mozione. Mi meraviglio invece del fatto che Forza Italia abbia preso le difese di Visco". 

Ma stando al merito, è condivisibile il suo contenuto?

"Le responsabilità di Visco sono indiscutibili, anche perché alla Banca d'Italia in sostanza è rimasta soltanto l'azione ispettiva. Come l'hanno svolta questi signori? Se è vero che la Costituzione tutela il risparmio, è altrettanto vero che chi non riesce a garantire questa tutela pur essendo delegato a farlo, deve pagare. E Visco è giusto che paghi. Dunque ben venga la mozione. L'unico dubbio è che Renzi faccia tutto questo per finalità elettorali visto che la sostituzione del governatore avrebbe dovuto chiederla molto tempo prima. Perché lo fa soltanto oggi con le elezioni alle porte?"
caricamento in corso...
caricamento in corso...