Bankitalia, Chiara Geloni: "Renzi a caccia di capri espiatori rincorre populismo M5s"

19 ottobre 2017 ore 13:35, Andrea Barcariol
Cresce la tensione all'interno del Pd dopo il confronto-scontro su Bankitalia. Renzi, impegnato nel suo tour in treno "Destinazione Italia", non è arretrato di un passo rispetto alla posizione delle mozione fatta approvare dalla Camera contro la conferma del governatore Visco, nonostante l'invito che sembra sia arrivato dal Presidente del Consiglio Gentiloni di ammorbidire i toni. Su questa vicenda Intelligonews ha intervistato Chiara Geloni, direttrice del sito internet di Articolo1-Mdp.

Bankitalia, Chiara Geloni: 'Renzi a caccia di capri espiatori rincorre populismo M5s'
In riferimento alla vicenda Bankitalia, Renzi ha dichiarato "è una fase nuova, la vigilanza non funzionò". Molti analisti però considerano la mozione contro Visco un processo politico alle banche e una mossa da campagna elettorale. Che idea si è fatta della vicenda?


"Renzi evidentemente sulle banche non ha la serenità per muoversi. Questa vicenda dimostra la volontà di trovare dei capri espiatori per il malfunzionamento del sistema, che ha delle responsabilità, e dimostra soprattutto il fatto che Renzi si sente in gara nel populismo, nella risposta facile ai problemi, con i grillini. Il segretario dem non accetta di essere scavalcato da loro. Per cui altro che argine al populismo del M5S, la sua è una sfida a chi è più populista. Inoltre lo fa avendo governato, il che rende tutto più grottesto. Non si può fare l'antisistema da Palazzo Chigi".

Renzi ha detto che Gentiloni era d'accordo, mentre Richetti ha sottolineato che loro non vogliono aprire contenziosi con il governo. Cosa ne pensa?

"Non so cosa sia vero, leggo i giornali e i retroscena che vengono subito smentiti. E' una guerriglia comunicativa in cui tutti sono poco chiari e nessuno racconta fino in fondo la verità. Quello che arriverà a molti è che il Pd sta facendo casino sulle banche. Tutto ciò non credo giovi al Pd. Io ho rinunciato a seguire i retroscena su chi ha fatto cosa perché penso che questo, a prescindere, allontani i cittadini dalla politica. La gente sa bene che su questo tema c'è qualcosa su cui Renzi e il suo inner circle non sono mai stati chiari".

E' già partita la caccia al toto-successore di Visco. Secondo lei è credibile l'ipotesi Padoan?


"Tutto è possibile, ne abbiamo viste di tutti i colori in questa legislatura (ride ndr). Potrebbe persino essere vero che Padoan di fatto possa nominare se stesso come successore di Visco. Sarebbe la degna conclusione di una vicenda che è sempre più grottesta".

#bankitalia #visco #renzi
caricamento in corso...
caricamento in corso...