Star tv contro Putin, Osipova (Rim): "Vi racconto la vera Ksenia Sobchak"

19 ottobre 2017 ore 15:50, Americo Mascarucci
Ksenia Sobchak, nota star televisiva soprannominata la “Paris Hilton russa” ha deciso di scendere in campo contro Vladimir Putin candidandosi alle presidenziali del prossimo marzo con il fronte liberale. Per anni considerata vicina a Putin in quanto figlia dell'ex sindaco di San Pietroburgo fedelissimo del presidente, Sobchak è passata nelle fila dell'opposizione nel 2011 aderendo alle manifestazioni anti-presidenziali e schierandosi con i liberali. E su di lei stanno già circolando in rete alcune foto non proprio posate e decisamente volgari, ben lontane dallo stile di una leader che si candida a governare una potenza mondiale. Ma quanto la sua candidatura può davvero infastidire Putin? Intelligonews lo ha chiesto a Irina Osipova presidente del movimento Rim - giovani italo-russi.
Star tv contro Putin, Osipova (Rim): 'Vi racconto la vera Ksenia Sobchak'

Chi è Ksenia Sobchak e quanto una sua discesa in campo alle presidenziali contro Putin potrà piacere ai russi?

"E' la figlia dell'ex sindaco di San Pietroburgo. Quando Putin lavorava nella missione di San Pietroburgo il padre di Ksenia era in pratica il suo capo. La figlia da tempo ha un ruolo attivo nel sociale e conduce programmi di successo. Si professa liberale, quindi avversaria di Putin, ed è schierata su posizioni molto liberal. Lei e Putin si conoscono da quando era piccola proprio per la vicinanza e l'amicizia che legava il padre all'attuale presidente. Ieri ho avuto modo di visionare il suo programma elettorale dove si dichiara indignata per il fatto che non è più possibile votare contro tutti. Prima infatti sulla scheda elettorale c'era la possibilità di votare contro tutti, quindi ora lei punta a rappresentare la sacca di elettorato del contro tutti. Ma qui c'è il primo paraddoso, perché mentre si indigna per il fatto che non si può votare contro tutti, chiede di votare per lei. Poi ha anche detto che se non sarà permesso a Navalny di candidarsi, allora lei si candiderà, ma se invece gli sarà permesso farlo, sarebbe disposta a trattare con lui l'eventualità di ritirarsi".

Putin alle prossime elezioni deve temere influenze o ingerenze da paesi stranieri, primi fra tutti gli Usa convinti dell'hackeraggio russo e quindi pronti a vendicarsi?

"Non è un segreto, si sa che i paesi esteri cerchino di influenzare le elezioni, alcuni di loro lo fanno finanziando progetti apparentemente innocui ma dalla forte indole politica. Non credo però che questo possa influenzare il voto e penalizzare Putin. Si tratta di manovre poco corrette ma difficilmente potrà venir meno il forte sostegno popolare di cui gode il presidente".

Se vincesse Sobchak che Russia sarebbe rispetto a quella di Putin?

"Sicuramente un Paese liberale dove verrebbe messo al primo posto l'individualismo. Lei è molto aperta sui temi Lgbt e sui cosiddetti diritti che fanno parte dell'agenda liberal.Credo che un candidato del genere potrebbe essere una mina a scoppio ritardato per la sovranità della Russia ma il fatto che lei possa vincere la considero un'eventualità molto remota, direi impossibile". 
caricamento in corso...
caricamento in corso...