Per Borghi "vitalizi su binario morto''. E su Ong: "Ci stanno prendendo per il c..."

02 agosto 2017 ore 13:25, Stefano Ursi
Sui vitalizi degli ex-parlamentari ormai è scontro a base di accuse reciproche fra Pd e M5S. Fra rinvii e dichiarazioni incrociate, rifiuti di procedure d'urgenza e passaggi a vuoto, la tematica scivola velocemente verso tempi molto più lunghi. E la polemica, come ovvio, si fa sempre più feroce sui media e nell'opinione pubblica. E mentre accade questo, la mancata firma di molte Ong al codice di condotta del Viminale, che ha spiegato come chi non firma sarà fuori, e le parole dell'UE secondo cui chi non firma ''non avrà garanzie sullo sbarco dei migranti nei porti italiani''. E oggi si legge che è stata fermata a Lampedusa la prima nave Ong che non ha firmato il codice, che, si legge sulle agenzie, è stata sottoposta a controlli. Su questi temi IntelligoNews ha sentito Claudio Borghi, economista ed esponente della Lega Nord.

Per Borghi 'vitalizi su binario morto''. E su Ong: 'Ci stanno prendendo per il c...'
Claudio Borghi
Sui vitalizi Pd e M5S si accusano a vicenda di fare delle sceneggiate. Ma chi è dei due a farla su questo tema?

''Tutti e due, perché una parte del Pd confida nel mettere tutto sul binario morto; tutti considerano questa legislatura alla frutta e quello che c'è da farsi non si fa. Per quanto riguarda noi questa, invece, è una delle poche cose dovesi potrebbe fare delle procedure accelerate perché si è tutti sostanzialmente d'accordo. L'unica cosa per cui questo Parlamento potrebbe essere legittimato a prendere una qualsiasi decisione è nel caso di totale e assoluto accordo di tutte le forze politiche; perché altrimenti esso è pluridelegittimato da una serie di fattori che non sto qui a ricordare. Questo Governo doveva essere in carica solamente per fare la legge elettorale, ma a questa sono stati dedicati se ricordate venti minuti scarsi d'Aula perché al primo voto negativo si è chiuso il dossier e tanti saluti; mentre si è tentato di infilare dentro cose assurde tipo Ius Soli o similari, che non solo non vedevano l'accordo delle forze politiche ma al contrario ampie divisioni. Da una parte dunque è ovvio che il Pd ha responsabilità di quello che succede perché molto banalmente ha la maggioranza, e se non vuole che una cosa si faccia questa non succede. Dall'altra parte il M5S è nel panico perché le sue posizioni sono solo ed esclusivamente su questioni propagandistiche, e vedere che in realtà è una proposta altrui quella che viene votata lo manda in ansia e quindi deve cercare di inventarsi il più possibile pur di intestarsi una battaglia su cui, lo ricordo, sono saltati sopra visto che la loro è sempre stata quella sugli stipendi, che ad esempio non mi vede d'accordo''.

Ci spieghi.

''Mentre sui vitalizi sono mi pare pressoché tutti d'accordo, visto che si tratta di una differenza fra lavoratori difficilmente spiegabile, relativamente agli stipendi la soluzione per politici scarsi non è pagarli di meno. Io ho sempre detto che per me è una cretinata: risolvi il problema di un lavoratore scarso pagandolo di meno? E così facendo ne arriveranno ancora di meno qualificati e di scarsa qualità di quanti ce ne sono già adesso? Se invece ci si mettesse d'impegno sulla legge elettorale affinché i cittadini possano attivamente cambiare i loro rappresentanti se non sono capaci, il discorso sarebbe molto più sensato. Se ho un medico che non mi cura bene, che mi avvelena, devo pensare a cambiarlo non a pagarlo di meno. Questo invalida tutta la battaglia propagandistica del M5S, che cavalca solamente l'odio per la politica, e come tante cose che fanno loro, la indirizza dalla parte sbagliata. Invece delle soluzioni cerca l'applauso''.

Stamane leggiamo le parole del presidente dell'Inps Boeri, che sulla questione dei contributi dice che la Camera prende in giro gli italiani.

''C'è la famosa 'autodichia', quindi che la Camera si gestisca in autonomia le sue cose può anche andare bene, ma essa deve anche essere uno strumento di volontà dei cittadini: non è che se gli italiani vogliono qualcosa, i loro rappresentanti perchè rinchiusi in una sorta di torre possono fregarsene. Va sempre ricordato che sono rappresentanti dei cittadini e se questi vogliono una cosa, e qui c'è consenso, si devono adeguare: non è pensabile che ciò che è volontà dei cittadini deve essere seguita solo quando vale per gli altri, e poi quando include loro no''.

In chiusura cambiamo argomento. Il Viminale ha detto che chi non ha firmato il codice di condotta per le Ong è fuori, ieri l'UE ha commentato spiegando che ''chi non firma non avrà garanzie di sbarco'' e oggi la prima nave fermata a Lampedusa, di Ong che non ha firmato, sulla quale sono in corso controlli e si legge che potrebbe ripartire presto.

''Vedremo. La nostra fiducia sull'operato del Governo è zero; negli ultimi tempi su tutti i dossier stiamo facendo totalmente ridere e sul piano internazionale siamo sbeffeggiati, umiliati. Avevamo l'occasione d'oro, vista la reazione della Francia sui cantieri, di poter fare il nostro interesse nazionale e, per esempio, cogliere l'occasione al volo di dire 'siamo d'accordo con quanto dice la Francia' e fare la nazionalizzazione della rete Tim. Un qualsiasi governo normale avrebbe colto l'occasione perché la Francia ha tutto da perdere da questo tipo di guerre. E invece noi al governo abbiamo chi non vede l'ora di farne gli interessi: ricordo questo è lo stesso presidente del Consiglio che ha regalato alla Francia 350 km quadrati di mare. Visto che in questo momento la nostra credibilità è a terra, io sono convinto che anche per la questione migranti e Ong, che spesso battono bandiera straniera, ancora una volta andremo avanti a farci ridere dietro: se c'è una nave piena di migranti, che non sono più quindi in pericolo di vita, e gli si dice 'non avete firmato qui non attraccate', vedremo se li porteranno da un'altra parte. Oppure se, come temo, ce li sbarcheranno ancora qui e abbozzeremo ancora una volta, sarà l'ennesima prova provata che ci stanno prendendo per il culo e spero che i cittadini sfruttino l'arma potente del voto per dire cosa ne pensano di questa gentaglia''.

#vitalizi #camera #ong #lampedusa

autore / Stefano Ursi
caricamento in corso...
caricamento in corso...