Migranti e Ong, Centinaio (LN): "Governo ha già dossier, la nostra è una vittoria"

02 maggio 2017 ore 17:20, Americo Mascarucci
La polemica sulle Ong e sui  presunti collegamenti che potrebbero sussistere fra alcune di queste e i trafficanti di migranti sono al vaglio della magistratura. Nelle ultime ore è nato uno scontro fra le procure di Catania e Siracusa entrambe impegnate sul fronte delle indagini. Se per il procuratore catanese Carmelo Zuccaro sussistono forti indizi che porterebbero a ritenere veritiere certe accuse, il collega siracusano Francesco Paolo Giordano nega invece l'esistenza di detti indizi. Intanto però il dibattito politico si infiamma con la Lega Nord che chiede a Gentiloni, Alfano e Minniti di riferire in aula sul contenuto di alcuni dossier che sarebbero sul tavolo del Governo.
Intelligonews ha contattato il capogruppo della Lega Nord al Senato Gian Marco Centinaio 

Sulla vicenda relativa alle Ong e ad un loro ipotetico coinvolgimento nel traffico dei migranti sono in molti a chiedere chiarezza. Voi del Carroccio vi sentite vincitori visto che queste cose le avete denunciate in tempi non sospetti? 

"Noi abbiamo sempre ipotizzato ambiguità da parte delle Ong ma nessuno ci dava mai le prove, nessuno della magistratura ci ha mai dato ragione, e tutti alla fine speravano di sbagliare. Dopo quello che è successo ci sentiamo certamente vincitori, e adesso andremo avanti come treni".
Migranti e Ong, Centinaio (LN): 'Governo ha già dossier, la nostra è una vittoria'

Avete chiesto al Governo di riferire in Aula ma l'inchiesta non è conclusa e le prove al momento non ci sono. Quindi su cosa dovrebbero riferire il Premier e i ministri?

"Le prove vanno cercate, ed è per questo che nelle prossime ore presenteremo un esposto affinché si indaghi sulla vicenda a 360 gradi. Oggi pomeriggio in conferenza dei capigruppo chiederò che il Premier Gentiloni, il ministro Alfano o il ministro Minniti vengano a riferire in Aula visto che da informazioni che abbiamo ci risulta che il Presidente del Consiglio sul suo tavolo avrebbe già un dettagliato dossier".

Voi queste cose le avete denunciate in tempi non sospetti e oggi tutte le forze politiche, dal Pd al M5S, stanno chiedendo chiarezza. La Lega sta vincendo culturalmente, ma politicamente non rischiate che ora la gestione di questa vicenda vi possa vedere del tutto marginali?

"Molto spesso chi inventa qualcosa non beneficia mai dei profitti. Non c’è da meravigliarsi. Questo è un rischio. Noi siamo quelli che abbiamo denunciato i tempi biblici impiegati per le identificazioni dei richiedenti asilo e ci dicevamo che eravamo razzisti, ora dicono tutti la stessa cosa. Dicevamo che bisognava fare gli accordi con i paesi di provenienza dove non ci sono le guerre per rimandare indietro le persone che non hanno diritto all'asilo e ci davano ugualmente dei razzisti. Eravamo quelli che sostenevano che i richiedenti asilo che non avevano diritto allo status di profughi erano clandestini e dovevano essere rimandati indietro e anche lì ci etichettavano come razzisti. Se si va a vedere il piano Minniti contiene tutti questi punti. A noi interessa che i problemi vengano risolti. Poi ci piacerebbe che tanto il Pd che il ministro Alfano riconoscessero che in materia di immigrazione forse avevamo visto giusto prima di loro. Speranza vana visto che ammettere i propri errori e riconoscere che altri c’erano arrivati prima è da signori, e in politica di signori non ce ne sono".

caricamento in corso...
caricamento in corso...