Scoop Le Iene, Mancuso: "La vicenda è grave, ma non c'è prostituzione e scandalo in ogni circolo gay"

20 febbraio 2017 ore 13:17, Americo Mascarucci
"Sul servizio de Le Iene è opportuno fare chiarezza ma senza con questo delegittimare il lavoro dei circoli gay o dare l'impressione che in ognuno di questi si faccia prostituzione. Questa è una visione sbagliata".
Aurelio Mancuso, già presidente di Arcigay e oggi presidente di Equality Italia commenta con Intelligonews lo scoop del programma di Italia Uno relativamente ai presunti finanziamenti dell'Unar che sarebbero finiti nelle tasche di un'associazione gay accusata di averli poi rigirati a circoli dove si praticherebbe del sesso a pagamento.
Scoop Le Iene, Mancuso: 'La vicenda è grave, ma non c'è prostituzione e scandalo in ogni circolo gay'

Mancuso ha visto il servizio De Le Iene?

"Si, anche se devo dire che non amo chi si nasconde dietro l'anonimato per fare certi tipi di denunce. Se si è convinti di ciò che si sostiene perché nascondersi? Ad ogni modo ritengo sia doveroso da parte dell'Unar svolgere le dovute verifiche per accertare se quanto denunciato corrisponda o meno a verità. Anche se io conosco certe realtà e devo dire che non sono affatto come vengono descritte nel servizio. Trovo fuori luogo anche un certo moralismo".

Cosa c'è che non le è piaciuto?

"Non mi piace l'idea secondo cui tutto ciò che avviene all'interno di circoli per gay sia qualcosa di immorale o di scandaloso. Per molti anni proprio queste realtà hanno rappresentato per le persone omosessuali l'unico luogo in cui potersi incontrare liberamente, visto che non avevano la possibilità di farlo in pubblico. Hanno svolto una grande e insostituibile funzione sociale. Dirò di più, proprio i circoli con le loro attività hanno contribuito a quel cambio di mentalità, all'interno della società, che ha permesso di poter intraprendere anche le battaglie sui diritti civili, ottenendo importanti risultati".

Premesso che il mondo gay non è soltanto prostituzione o perversione, però esiste o no quel sottobosco descritto nel servizio?

"Ripeto, quanto denunciato va verificato perché se vero la vicenda è grave. E se all'interno di certe realtà si svolgono determinati tipi di comportamento, etero o gay, questi vanno condannati e io non ho problemi a farlo. Sarebbe però sbagliato ora sfruttare questa vicenda per far passare il messaggio sbagliato secondo cui dare i soldi ai circoli gay significhi automaticamente alimentare un certo tipo di circuito o peggio certi comportamenti".

caricamento in corso...
caricamento in corso...