Referendum, Gasparri (FI): "Perché voto sì: autonomia è come spending review"

20 ottobre 2017 ore 15:01, Americo Mascarucci
Silvio Berlusconi ha proposto di indire referendum sull'autonomia in tutte le regioni d'Italia come hanno fatto Veneto e Lombardia evidenziando come la difesa delle autonomie sia sempre stata una priorità del centrodestra contro il centralismo del Pd e della sinistra.Vincere in Lombardia e Veneto, per il leader forzista significherà far vincere il centrodestra. Eppure Giorgia Meloni continua a criticare l'iniziativa referendaria a dimostrazione di come la difesa dello stato centrale non sia una prerogativa esclusiva del Pd. Intelligonews ne ha parlato con il senatore di Forza Italia Maurizio Gasparri.
Referendum, Gasparri (FI): 'Perché voto sì: autonomia è come spending review'

Berlusconi ha detto che la vittoria del sì ai referendum autonomisti di Lombardia e Veneto sarà una vittoria del centrodestra contro il centralismo del Pd. E' d'accordo?

"Certamente. Siamo di fronte ad un'istanza portata avanti dal presidente Maroni, dalla sua giunta e dai pariti del centrodestra. E' chiara la volontà del centrodestra di riequilibrare il sistema delle autonomie senza provocare rotture e agendo nell'alveo del rispetto costituzionale, assicurando il crisma popolare e democratico ad una richiesta largamente diffusa. In un paese che vota raramente far pronunciare i cittadini su una proposta che non spacca ma valorizza, mi sembra cosa molto positiva. Cosa farà il Pd francamente non lo so"

Ieri l'onorevole Alessandra Moretti del Pd evidenziava come questi referendum fossero inutili, costosi e frutto di derive populiste. Come risponde?

"Non rispondo. Non mi sembra proprio che le posizioni della Moretti abbiano largo seguito in Veneto".

Lei cosa voterebbe?

"Voterei sì"

Berlusconi ha proposto di indire i referendum in tutte le regioni, ma Giorgia Meloni continua a ripetere che così si rischia di minare l'unità nazionale. Non vede questo rischio?

"No! Credo sia giusto rivedere il livello di autonomia delle regioni in un paese dove alcune godono già di statuti speciali. Ritengo sia giusto concedere maggiore autonomia alle regioni, anche al fine di colmare gli squilibri esistenti fra regioni a statuto speciale e a statuto ordinario. Poi sono certo che un uso diretto delle risorse da parte dei territori potrà favorire maggiori contenimenti della spesa, con un'efficacia certamente maggiore rispetto alle fallimentari politiche di spending review portate avanti a livello centrale dai governi della sinistra negli ultimi anni".

Quindi è in disaccordo con la Meloni?

"Io prendo sempre me stesso come parametro di riferimento. Quindi sono gli altri ad essere d'accordo o in disaccordo con me".  

 
caricamento in corso...
caricamento in corso...