L'ira di Borghi (LN): "Renzi, è scandaloso: Lega e Salvini non hanno rubato soldi"

20 settembre 2017 ore 14:54, Andrea Barcariol
Non usa giri di parole Claudio Borghi, esponente della Lega Nord intervistato da IntelligoNews, nell'affrontare i temi caldi del momento, dallo stop ai fondi della Lega allo ius soli, passando per la vicenda Coop rosse. L'economista critica duramente anche le parole di Renzi durante un'intervista televisiva sulla Tv di Stato. 

L'ira di Borghi (LN): 'Renzi, è scandaloso: Lega e Salvini non hanno rubato soldi'
Apertura di Alfano sullo ius soli e pressing del governo. Verrà approvato entro la fine della legislatura?

"Sulle aperture di Alfano non mi soffermo più di tanto. Se vorranno fare questa forzatura di votare lo ius soli mal gliene incoglierà. Ricordo che questo Parlamento in teoria doveva essere in carica per gli affari correnti e per varare la legge elettorale. Non altro. Se vogliono far passare un provvedimento così impattante, su cui manca un largo consenso, se ne assumeranno le responsabilità. Noi faremo una cosa molto semplice, il primo giorno che andremo al governo la abrogheremo, senza bisogno di referendum".

E' scontro aperto tra Salvini e Renzi sui fondi bloccati della Lega Nord. Che novità ci sono in questo senso?

"E' scandaloso che in prima serata sulla Tv di Stato venga consentito a Renzi di poter parlare senza nessun contradditorio e contrasto, affermando che la Lega e Salvini hanno rubato soldi. Non c'è stato di nessun tipo di processo nei confronti della Lega Nord come partito, ci sono state condanne in primo grado, e il garantismo ovviamente per noi non vale, che riguardano persone fisiche. Non si capisce in che modo una cosa del genere possa essera detta senza problemi. Anche a una lettura disattenta è noto che l'accusa riguarda delle persone e non il partito che non è stato messo sotto accusa in niente. Si sente parlare di rimborsi gonfiati dimenticando che la legge sul finanziamento pubblico prevedeva dei rimborsi sulla base dei voti presi. Se verrà dimostrato che ci sono stati errori nei rendiconti il responsabile dovrà pagare. Se le accuse verso quelle persone verranno confermate, vorrà dire che sono loro ad aver danneggiato il partito. C'è una giurisprudenza enorme in questo senso, bisognerebbe ricordarla a Renzi, se c'è un tesoriere che si appropria di denaro non significa che tutto il partito ruba. Al momento l'unica condanna confermata è quella di Lusi (ex tesoriere della Margherita condannato a 7 anni in appello a marzo 2016 ndr).

Da economista che idea si è fatto della vicenda evidenziata da alcuni quotidiani che riguarderebbe le Coop rosse e il presunto rischio di vedere svanire miliardi di prestiti dei soci?

"Così come sono note le pratiche scorrette delle banche, come vendere azioni a prezzi gonfiati, ci dovrebbero essere delle autorità, come Banca d'Italia e Consob che vigilano sul risparmio degli italiani. Se tutto ciò viene tradito, per vari motivi, devono pagare i responsabili e anche duramente. Questo è uno dei nostri punti base del programma, la tutela del risparmio, ma devono pagare anche per i mancati controlli. Tutto ciò invece manca, non è possibile che sia sotto indagine mezzo sistema bancario o parabancario, come nel caso delle Coop e contemporaneamente non ci sia sotto indagine neanche un controllore".

#borghi #fondi #lega #iussoli
caricamento in corso...
caricamento in corso...