Scandalo Unar, Fusaro: "Finanziano chi è funzionale a certi interessi"

21 febbraio 2017 ore 17:50, Adriano Scianca
Il caso Unar? "Chi urla 'onestà, onestà' è poi spesso il primo a finire in queste vicende che confutano il suo modo di operare". Parola del filosofo Diego Fusaro che, intervistato da IntelligoNews sulla vicenda che ha portato alle dimissioni di Francesco Spano, ha dichiarato: "Se oggi Pasolini fosse in vita verrebbe tacciato di omofobia".

Scandalo Unar, Fusaro: 'Finanziano chi è funzionale a certi interessi'

Cosa pensa di questa vicenda?

«È una vicenda che prova che nessuno è innocente e nessuno ha la verità in tasca. Il marcio c'è da una parte e dall'altra. Ma questa contrapposizione che stanno cercando di metterci in testa fra etero e gay è creata ad arte e serve solo a dividere la base degli offesi in modo che non si crei un fronte comune dei servi contro i signori. E poi è la prova che chi urla "onestà, onestà" è poi spesso il primo a finire in queste vicende che confutano il suo modo di operare».

Si tratta di una storia che ci fa riflettere anche su cosa sia la cultura sovvenzionata in Italia.

«Certamente bisogna valorizzare la cultura nel suo senso più ampio, non solo certi settori. Del resto basta seguire i flussi della finanza per capire cosa è politicamente corretto e cosa no. Se certo argomenti sono foraggiati a finanziamento costante è evidentemente perché giovano all'interesse di qualcuno. Altri vengono definanziarizzati perché nuocciono all'interesse di qualcuno».

Certamente si tratta di un brutto colpo per il mondo omosessuale.

«Io non ragiono secondo questa dicotomia eterosessuali/omosessuali, è una sciocchezza creata apposta dal potere. Se uno è servo può essere omo, etero, trangender, è dalla mia parte. Se invece fa parte dell'alta finanza è dalla parte del nemico. A me non frega nulla se uno è omo o etero, mi interessa come si posiziona nel conflitto di classe. Queste lotte di microsettori fanno il gioco del capitale perché sviano dalla contraddizione principale».

Ma un certo omosessualismo organizzato è o non è funzionale al capitale?

«Sicuramente diventa funzionale al capitale se anziché farti credere che il nemico è il capitale ti fa credere che il nemico è l'eterosessuale. Basta aver letto Pasolini per saperlo. Ma se oggi Pasolini fosse in vita verrebbe tacciato di omofobia»
#Fusaro #Unar #gay
caricamento in corso...
caricamento in corso...