Esclusiva, Bombassei (CI): "Con Camusso a convegno discuteremo di condivisione agli utili d'azienda"

23 febbraio 2017 ore 11:04, Marta Moriconi
Esclusiva, Bombassei (CI): 'Con Camusso a convegno discuteremo di condivisione agli utili d'azienda'
''Lavoro, innovazione, industria 4.0'' è il titolo del convegno che si terrà sabato 25 Febbraio 2017 alle 10.00 al Teatro Parenti di Milano. Sarà la prima tavola rotonda dei Dialoganti di Obiettivo Italia ma soprattutto si ritroveranno intorno allo stesso tavolo Susanna Camusso Segretario Generale della CGIL e l'imprenditore e deputato Alberto Bombassei, che abbiamo intervistato. 

Bombassei, oggi l'occupazione e l'innovazione rischiano di passare in secondo piano rispetto alle liti politiche. Invece di cosa ha bisogno l'Italia per ripartire? Lo chiediamo all'imprenditore di successo e al politico del fare.

"Faccio una piccola premessa: non ho una ricetta per far ripartire il nostro Paese e chiunque pretenda di averla, o è molto ottimista o non è pienamente consapevole delle complessità che stiamo vivendo. Posso solo dare un contributo al dibattito politico che, inevitabilmente, passa anche per la produttività e il rilancio economico. Ci sono alcuni nodi da risolvere che potrebbero dare un impulso alla nostra crescita. Dal mio punto di vista, necessariamente globale, penso che non vada demonizzata la globalizzazione, che è, e resterà, una grande opportunità per un Paese come il nostro. Credo che l’euro non sia un problema ma rimanga, piuttosto, un patrimonio che impone alle nostre imprese di percorrere la strada virtuosa dell’eccellenza. Sono convinto che non ci sia bisogno di elezioni subito e a ogni costo. Da quanto osservo però non molti sono d’accordo".  

Nel convegno a cui parteciperà sabato a Milano dal titolo ''Lavoro, innovazione, industria 4.0'' dove si ritroverà allo stesso tavolo con il segretario della Cgil Camusso, si parlerà di condivisione agli utili delle aziende per superare i conflitti. Può essere la soluzione in tempi di crisi?

"Ascolterò con attenzione il punto di vista del Sindacato su questo tema. Sono convinto da sempre che, pur da prospettive non sempre sovrapponibili, chi offre lavoro e chi lo utilizza abbiano obiettivi comuni. Strumenti quali la condivisione degli utili sono la dimostrazione di come questo concetto possa tradursi in qualcosa di molto pratico e misurabile. Nella mia azienda lo facciamo da oltre 20anni".

Esclusiva, Bombassei (CI): 'Con Camusso a convegno discuteremo di condivisione agli utili d'azienda'
Idee e proposte del genere potrebbero favorire la nascita di una nuova area politica, civile e culturale?

"Questo non so dirglielo e non è la prospettiva da cui sono abituato a ragionare. Di certo so che fa parte di un approccio non ideologico di cui la politica fa fatica a spogliarsi".

Se oggi dovesse scrivere l'agenda della politica, quali i temi principali?

"Credo che chiunque, alla sua domanda, risponderebbe: il lavoro e la crescita, ma se i presupposti per ottenere questo sono l’uscita dall’euro e quello che oggi chiamano «sovranismo» mi sembra si vada fuori strada. Può darsi che per gli Stati Uniti quattro anni di ricetta Trump possano, nel breve periodo, non produrre risultati drammatici, ma la stessa formula per un Paese come il nostro credo sarebbe devastante. Io sono un convinto sostenitore dell’unità del mercato e degli obiettivi europei, per questo credo che l’idea di Europa, oggi, viva un momento di disaffezione perché troppo vicina a un senso di burocrazia e imposizione dall’alto che mal si coniuga con i problemi più sentiti dalla popolazione, un senso di precarietà reso cronico da questi anni di crisi finanziaria. Bisogna ripensare all’Europa, non come un organismo esterno, ma come a un’estensione della nostra sovranità".

caricamento in corso...
caricamento in corso...