Manchester, Fusaro: "Occidente si difenda dal tramonto e da se stesso più che da islamici"

24 maggio 2017 ore 14:39, Americo Mascarucci
Salman Abedi, si chiamava così il kamikaze di Manchester che si è fatto esplodere in mezzo alla folla durante un concerto di Ariana Grande provocando la morte di 22 persone e il ferimento di una settantina. Le vittime, così come i feriti, sono per lo più giovanissimi e non è un caso visto che l'attentatore sapeva perfettamente di colpire in maggioranza bambini e adolescenti. Del resto è questo il target dei concerti di Ariana Grande quindi difficile non prevedere che alla fine si sarebbe avuta una "strage degli innocenti". Perché questa chiara volontà di colpire i giovani? E che fare per difendersi contro terroristi pronti a colpirci a sorpresa? Intelligonews lo ha chiesto al filosofo Diego Fusaro. 

C’è stata la volontà di colpire i giovani, anzi i bambini? Perché?

"Non si sa per quale volontà vogliano colpire i giovani, quel che è sicuro è che li hanno colpiti e che a pagare per questi attentati sono sempre le categorie più deboli. Questo forse dovrebbe indurci a riflettere su quale sia il vero scopo di questi attentati terroristici. Io li leggo come momenti di una guerra di classe rivolta contro le nuovi plebi della mondializzazione".
Manchester, Fusaro: 'Occidente si difenda dal tramonto e da se stesso più che da islamici'

La famiglia del kamikaze era integrata. Non si tratta di un caso come le banlieue. Qual è il malessere che spinge queste persone a fare gesti del genere? 

"Bisognerebbe capire chi sono realmente queste persone, che paiono spesso più in preda del nichilismo occidentale di noi occidentali. Non credo all’idea di una civiltà islamica che vuole colpirci. Respingo questa tesi".

In questi casi si dice sempre che "non rinunceremo al nostro stile di vita". Qual è il vulnus della nostra società?

"In realtà stiamo già rinunciando al nostro stile di vita perché a causa di questi attentati si restringono le libertà in nome della sicurezza. A beneficiarne è sempre il potere dominante che ha tutto l’interesse a giovarsi di questi attentati per ridurre le libertà democratiche".

Come si può difendere l’Occidente?

"L’Occidente deve difendersi da se stesso e dal proprio tramonto sempre più evidente. Deve ripartire dal tema fondamentale di una limitazione  dell’economia di mercato e quindi una rieticizzazione della società che risponda al vuoto nichilista in cui stiamo precipitando". 

caricamento in corso...
caricamento in corso...