Sentenza Consulta Italicum, Lara Comi (FI): ''Ora soluzione prima possibile e voto''

26 gennaio 2017 ore 14:09, intelligo
di Stefano Ursi

Il giorno dopo la #sentenza della #Consulta sull'#Italicum è un mare magnum di interrogativi e reazioni, ipotesi e riflessioni. Governabilità e omogeneità con la legge per il #Senato sono gli argomenti più caldi all'ordine del giorno. IntelligoNews ha chiesto l'opinione dell'europarlamentare di Forza Italia Lara Comi, che così si è espressa: ''Soluzione sia più rapida possibile. Ora tutto nelle mani del Parlamento Italiano''.

L'impianto di legge elettorale per la Camera emerso dalla sentenza della Consulta garantisce governabilità?

Sentenza Consulta Italicum, Lara Comi (FI): ''Ora soluzione prima possibile e voto''
Lara Comi
''Il problema, in realtà, è che ci troviamo di fronte a due leggi diverse per Camera e Senato e all'interno della Camera c'è chi è nominato e chi è eletto. Penso che siamo di fronte ad una legge che va necessariamente migliorata in Parlamento; io sono a favore delle preferenze, perché penso che sono i cittadini che devono decidere. Ora, ovviamente, è tutto in mano ai colleghi al Parlamento nazionale''.

Cosa deve fare ora il Parlamento per apportare questi correttivi?

''Innanzitutto deve trovare una soluzione più rapida possibile, mettendo da parte gli interessi di partito, e andare a votare il prima possibile con una legge elettorale che sia seria, non con una che faccia cadere il governo dopo due minuti perché non è gestibile. Detto questo, la soluzione è che si trovino le varie commissioni all'interno dei vari partiti e ne discutano''.

Quanto tempo potrebbe volerci, ma soprattutto lo si potrà fare in tempi ragionevoli?

''Se si vuol ottenere l'obiettivo, penso che anche nell'arco di un mesetto si possa trovare la soluzione''.

C'è il rischio, secondo Lei, che con l'impianto attuale per la Camera si possa tornare a coalizioni e maggioranze in Parlamento e non prima del voto?

''Questo credo dipenderà molto anche dai cittadini, nel senso che esiste anche un premio di maggioranza che permette di governare. Le possibilità ci sono e sono nelle mani dei cittadini, che possono scegliere''.

Sono circolate indiscrezioni, poi smentite, un possibile accordo Forza Italia-PD per arginare il M5S. Che ne pensa?

''Io penso a Forza Italia e a lavorare affinché raggiunga la più alta percentuale possibile. Non faccio ragionamenti prima, ma pancia a terra finché il mio partito non raggiunge la soglia più alta possibile e possa magari governare anche da solo''.
autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...