Macron nazionalizza, Di Stefano (CP): "Le Pen non l'avrebbe potuto fare. Ue morta"

28 luglio 2017 ore 12:00, Andrea Barcariol
Italia e Francia in rotta di collisione. Prima la decisione di Macron degli hotspot in Libia, poi la nazionalizzazione dei cantieri francesi di Saint Nazaire che bloccano l'acquisizione di Fincantieri di Ftx. Uno sgarbo vero e proprio secondo il governo italiano. Chiare le frasi del ministro Padoan a riguardo: "Prendo atto con rammarico che gli accordi passati con il precedente governo francese sono stati ripudiati dal nuovo e francamente non capiamo il perché. E' una decisione incomprensibile". Su questo IntelligoNews ha intervistato il vicepresidente di CasaPound Simone di Stefano.

Macron nazionalizza, Di Stefano (CP): 'Le Pen non l'avrebbe potuto fare. Ue morta'
Hotspot in Libia e nazionalizzazione dei cantieri. E' scacco macco di Macron all'Italia?


"Macron sta cercando di escludere l'Italia da qualsiasi consesso internazionale. La Libia continua a essere un nostro interesse vitale e la vicenda di Fincantieri mette la ciliegina sulla torta. Questi hotspot li dovevamo fare noi ma intervenendo lì con i nostri soldati. Gli hotspot poi chi li controlla, il governo fantoccio libico? In Libia ci sono ancora le bande armate in alcune zone. La Francia vuole metterci ordine per fare i suoi interessi petroliferi, come è accaduto quando ha fatto fuori Gheddafi".

Ora cosa deve fare l'Italia?
"Noi lo diciamo da mesi: serve un intervento militare in Libia o in accordo con Serraj o senza. Dobbiamo sorpassare la Francia su questo piano.
Più che la chiusura dei confini di tutti i Paesi in Europa non so cosa altro possa servire per giustificare un nostro intervento in Libia. Se lo farà la Francia sarà una dichiarazione di guerra nei nostri confronti".

Se tali provvedimenti li avesse fatti Le Pen cosa si sarebbe detto?


"Ci sarebbe stata la rivoluzione sui media e tutti i commentatori chiederebbero l'invasione della Francia. Lo ha fatto Macron e ora sono tutti in silenzio perché lui era il pupillo di Gentiloni, di Renzi e di qualsiasi altro europeista. Con lui sarebbe dovuta tornare l'armonia in Europa e invece Macron si fa gli affari suoi e si arriva alla nazionalizzazione dei cantieri".

Cosa ne pensa di questa vicenda?


"La Francia ha fatto il suo interesse, ha nazionalizzato e ha detto al massimo possiamo fare a metà. Posizione sacrosanta se non esistesse l'Ue. Allora si dichiari che l'Unione Europea è morta e smettiamo di stare a sentire quelli seduti a Bruxelles che dettano ordini e leviamo tutte le bandierine nei palazzi. Qualcuno dovrebbe andare a Bruxelles e prendere i diplomatici francesi per la cravatta per capire se siamo stati truffati oppure se Ue è morta".


#libia #macron #italia #nazionalizzazione






caricamento in corso...
caricamento in corso...