Libia e Ong, Purgatori: ''Se imponiamo stop migranti c'è rischio terrorismo''

03 agosto 2017 ore 13:36, Stefano Ursi
Sono giorni tumultuosi in relazione alle due tematiche calde del momento: i flussi migratori, le Ong e la stabilità della Libia, da dove i migranti in gran parte salpano per le coste italiane. Sono di stamane le parole del generale libico Khalifa Haftar, il quale si è detto pronto a bombardare le navi italiane impegnate nella missione. E poi l'inchiesta in corso sulla nave della Ong tedesca. Su queste dinamiche IntelligoNews ha sentito il giornalista Andrea Purgatori, che sulla questione Haftar ha un'idea piuttosto chiara: ''Haftar in questa situazione vuol far sentire il suo peso, ma escludo che possa fare qualcosa contro l'Italia perché non è autonomo, è il referente dell'Egitto, il quale sa bene che se venissero bombardate le navi italiane ciò costituirebbe un problema internazionale di non facile soluzione''.

Libia e Ong, Purgatori: ''Se imponiamo stop migranti c'è rischio terrorismo''
Andrea Purgatori
Abbiamo letto stamane le parole del generale Haftar che si è detto pronto a bombardare le navi italiane: è stato un errore, secondo lei, da parte del Governo Gentiloni quello di incontrare solo Sarraj?

''No, perché Haftar ha già minacciato l'Italia altre volte. Noi abbiamo sempre avuto la posizione di sostenere Sarraj, che è l'uomo scelto dalla comunità internazionale mentre Haftar è sempre stato l'avversario sostenuto dall'Egitto: più volte detto agli italiani che stavano facendo un errore clamoroso nel sostenere Sarraj, in quanto persona non in grado a suo dire di unificare la Libia. Ma è un gioco delle parti, e ovviamente Haftar in questa situazione vuol far sentire il suo peso, ma escludo che possa fare qualcosa contro l'Italia perché non è autonomo, è il referente dell'Egitto, il quale sa bene che se venissero bombardate le navi italiane ciò costituirebbe un problema internazionale di non facile soluzione''.

Ritiene che l'atteggiamento verso le Ong sia cambiato? È da rivalutare il lavoro del Pm di Catania Zuccaro?

''Io penso e ho sempre sostenuto che la magistratura fa bene ad indagare e ritengo che probabilmente ci siano delle Ong che non si sono comportate in maniera lineare, ma il fatto che gli scafisti approfittassero della presenza di unità in mare per far partire i migranti, e in questo caso mi riferisco anche alla Guardia Costiera della Marina Italiana, è cosa risaputa. Poi quel che la gente pensa è che le Ong in qualche modo lucrino sul traffico di esseri umani, il che è una sciocchezza assoluta''.

Si legge che per le indagini relative all'inchiesta relativa alla nave della Ong tedesca, sarebbe stato utilizzato un agente sotto copertura. Molti già lo definiscono un eroe, è d'accordo?

''Non lo so, ora vedremo chi è e cosa è stato scoperto. Dobbiamo però iniziare anche a ragionare sul fatto che se sono state salvate 50/60mila persone questo lo dobbiamo alle navi delle Ong e alla Guardia Costiera Italiana in primo luogo, perché altrimenti questa gente sarebbe stata abbandonata in mare. Si deve smettere poi, secondo me, di identificare le navi delle Ong che stanno in mare come i centri di accoglienza gestiti da altre Ong: lì, per come la vedo io, la magistratura non fa bene, dovrebbe intervenire ancora di più. Vorrei poi dire che lo scenario che si sta prefigurando è sostanzialmente, se non un blocco, un deterrente e i migranti a questo punto fanno fatica a partire dalla Libia; questo secondo me potrebbe avere delle ripercussioni per il nostro Paese dal punto di vista del terrorismo. Io credo infatti che finora l'Italia sia stata in qualche modo preservata dal terrorismo anche, e sottolineo anche, perché era l'unica porta aperta per i migranti che scappavano dalle coste africane. Se noi adesso questa migrazione in qualche modo la blocchiamo, spero che non sia così ma secondo me ciò potrebbe modificare l'atteggiamento che c'è stato finora verso l'Italia sul piano delle intimidazione terroristiche''.

#libia #haftar #bombe #ong
autore / Stefano Ursi
caricamento in corso...
caricamento in corso...