L. elettorale, Geloni: "Renzi impari da Mattarella. Nazareno bis? Strada aperta..."

03 maggio 2017 ore 12:42, Andrea Barcariol
Intervistata da Intelligonews, Chiara Geloni, giornalista e direttrice del sito Articolo 1, ha le idee chiare sulla netta vittoria di Renzi alle primarie e sulla legge elettorale, argomento sempre più centrale dell'agenda politica italiana. Dopo la bocciatura del Mattarelum, il Pd sta lavorando a un sistema sul modello tedesco che piace a Berlusconi ma non convince il Movimento 5 Stelle e i piccoli partiti, spaventati dalla soglia di sbarramento al 5%.

L. elettorale, Geloni: 'Renzi impari da Mattarella. Nazareno bis? Strada aperta...'
Dopo la netta vittoria di Renzi cambierà il corso del Pd? 

''Non so chi potesse avere dubbi sul fatto che Renzi avrebbe vinto largamente queste primarie e non so chi potesse ritenere che questo meccanismo delle primarie avrebbe consentito al Pd di cambiare rotta e ritrovare un rapporto con il Paese che è compromesso''. 

Crede che questa volta possa essere un Renzi diverso? 

''Renzi lo conosciamo ormai bene, non credo che ci siano molti margini di cambiamento, il modo in cui ha condotto la campagna elettorale dimostra che non c'è voglia di cambiare. Si è tenuto le mani libere su tutte le questioni più importanti, appena ha vinto ha fatto sapere agli sconfitti che adesso devono stare zitti fino al 2021. Renzi vuole tornare al potere o provarci". 

A proposito di argomenti importanti, per la legge elettorale cresce l'ipotesi del modello tedesco con la soglia di sbarramento al 5%. Un sistema apprezzato da Berlusconi. Apertura per un Nazareno bis? 

"La strada del Nazareno bis è aperta a prescindere dal sistema tedesco, è una strada che non si è mai chiusa e forse non è neanche il caso di chiamarlo bis. Renzi non ha mai escluso, neanche nel confronto tv fatto pochi giorni prima delle primarie, di tornare al governo con Berlusconi. Questo dipenderà dal sistema elettorale, la situazione è frammentata e sicuramente sarà difficile trovare un sistema costituzionale in grado di dare maggioranze a chi non ne ha".

Eppure sulla legge elettorale sembra che Renzi voglia un ampio accordo.

''Questo è l'unico modo per fare una legge elettorale, spero che Renzi questo lo abbia capito, le leggi elettorali non si fanno con i patti o con la fiducia, Renzi impari dal deputato Sergio Mattarella il metodo per fare una legge elettorale che fu largamente condivisa e che in molti oggi rimpiangono. Bisogna cercare un consenso largo del Parlamento e non sfidarlo, ma accompagnare la costruzione di un progetto condiviso".

Un punto chiave da sciogliere è quello delle liste bloccate, come vuole Forza Italia. Cosa ne pensa?

"Forza Italia e Pd devono capire che bisogna riavvicinare i cittadini alla politica e al momento elettorale. La crescita dell'astensionismo non è colpa del destino, questo processo di disaffezione in corso ha dei responsabili e nessuno si preoccupa di invertirlo. Se non si risolve questo problema è inutile fare retorica sulle primarie la gente si allontanerà sempre di più".

#leggeelettorale #renzi #pd



caricamento in corso...
caricamento in corso...