Consip, Sibilia (M5s): "Renzismo è finito, ora vada a lavorare con i voucher"

03 marzo 2017 ore 12:12, Andrea De Angelis
Grillo ha già detto che il caso Consip è "un'atomica sui partiti". C'è poi chi punta il dito contro l'ormai ex premier e segretario Renzi, visto che nelle indagini compaiono anche i nomi di Luca Lotti (ministro dello Sport e tra gli uomini più vicini all'ex sindaco di Firenze) e Tiziano Renzi, padre del più famoso Matteo. Ma stiamo assistendo davvero alla fine del renzismo? In quest'ottica va letta anche la condanna a nove anni di carcere (in primo grado) a Verdini? E soprattutto conviene ancora a Renzi accelerare la fine del Governo Gentiloni per presentarsi alle urne? IntelligoNews lo ha chiesto a Carlo Sibilia, deputato del Movimento 5 Stelle...

Siamo davvero alla fine del renzismo? Dal caso Consip alle dimissioni di Renzi, fino alla vostra mozione di sfiducia per Lotti, è proprio così?
"Dalle cronache giudiziarie pare ormai, mi consenta questa battuta, che chi non ha un padre o un fidanzato in qualche modo coinvolto in affari loschi non possa fare parte del Governo Renzi. Ricordiamo il ministro Boschi, le vicende attuali con Renzi e con Lotti, ancora Guidi senza dimenticare Poletti. Ci sono una serie di cose che francamente, secondo me, ci mostrano un quadro molto più oscuro di quello che non è apparso durante il Governo Renzi". 

Il renzismo è finito o no?
"Il renzismo è finito il 4 dicembre, quando alle urne gli italiani hanno detto no al referendum. Spero che non ritorni più e che tutti quelli che hanno creduto nel renzismo, che per me è una bolla elettorale, possano ricredersi". 

Consip, Sibilia (M5s): 'Renzismo è finito, ora vada a lavorare con i voucher'
Dal 4 dicembre ad oggi più volte abbiamo detto che Renzi voleva le elezioni prima che "fosse troppo tardi". Adesso, considerando la scissione del Pd e il caso Consip, è ancora così? Conviene all'ex premier andare ora alle urne?

"Da esponente del Movimento 5 Stelle, la nostra unica preoccupazione è quella di dare finalmente ai cittadini la possibilità, dopo quanto successo negli ultimi quattro anni, di avere un Governo che curi i loro interessi, non quelli delle multinazionali e delle banche. Non ci interessano le convinzioni di Renzi e non bisogna certo aspettare che i vari Orlando, Emiliano e Bersani si mettano d'accordo. Sappiamo benissimo che il Presidente della Repubblica sceglie quando sciogliere le Camere, non è scritto da nessuna parte che si debba attendere il congresso del Pd...".

Ma se lei fosse il consigliere di Renzi, gli direbbe di andare alle urne o di pensarci un attimo dopo quanto accaduto nelle ultimissime settimane?
"Se fossi il consigliere di Renzi gli direi di prendere un bell'aereo, oppure di farsi un corso di formazione per trovare qualche lavoro con i voucher". 

Non le interessa quello che fa il Pd, però Orlando e Rossi hanno deciso di sfidare Renzi da dentro e fuori il partito. Quale modalità le piace di più e perché?
"Il problema è sempre lo stesso, ogni anno qualche partito si dissolve in qualcos'altro, ma i risultati sono sempre gli stessi. Occorre invece capire che il Paese è in una situazione di recupero urgente, non può più aspettare chi fino ad ora ha sbagliato approccio politico infrangendosi contro un muro. L'unica soluzione è prendere le nostre proposte e metterci la firma, lo dico a qualunque partito o movimento. Reddito di cittadinanza, pubblicizzazione della Banca d'Italia: questo si deve fare. Politica seria. Se non lo si fa, vuol dire che avremo ancora parole che non servono a nulla". 

La condanna in primo grado di nove anni a Verdini indica che Renzi ha sbagliato a portarlo nella maggioranza?
"Oggi ci governano delle persone che non hanno niente a che fare con l'interesse pubblico dei cittadini, i 9 anni in primo grado a Verdini non sono altro che la conferma a tutto questo. Come ci sono le bolle finanziarie, ci sono le bolle speculative elettorali. Tutto ciò deve finire andando alle urne, dove sono convinto che i cittadini ci daranno fiducia".

#consip #renzi #romeo 

caricamento in corso...
caricamento in corso...