Usa-Russia, Rizzo: "Probabile la guerra: è scontro aperto tra gruppi imperialistici"

30 dicembre 2016 ore 12:54, Andrea Barcariol
Marco Rizzo, leader del Partito Comunista, a IntelligoNews commenta il gelo tra America e Russia con la decisione di Obama di espellere 35 diplomatici russi e l'analoga risposta di Putin.

Come interpreta quanto sta accadendo tra America e Russia, alla vigilia dell'insediamento di Trump?

«Non credo sia un ghiribizzo. Nel mercato attuale solo i grandissimi si salvano, questo ha portato a uno scontro acerbo tra imperialisti, la battaglia avviene dentro gli Stati, tra Stati e tra gruppi di nazioni. Questa mossa di Obama rappresenta una parte dell'establishment americano e dei grandi gruppi di potere imperialisti che si scontrano con un'altra parte di gruppi imperialistici rappresentati da Trump. Dentro queste dinamiche ci sono le nuovi nazioni, in uno scontro generalizzato che probabilmente può portare alla guerra». 

Quindi secondo lei è ormai stato oltrepassato il confine della guerra fredda?

«La guerra fredda venne fatta da due sistemi con valori completamente diversi, uno di essi non aveva in mente il profitto. Adesso lo scontro è generalizzato, ma tutti hanno in mente solo i soldi. C'è una zona di New York dove stanno costruendo grattacieli enormi, blindatissimi ed esclusivi per i nuovi ricchi americani, russi, cinesi, indiani, arabi, che si isoleranno dal resto del mondo. Torneremo a un nuovo medioevo». 

Usa-Russia, Rizzo: 'Probabile la guerra: è scontro aperto tra gruppi imperialistici'
Si tratta di una reazione americana di fronte all'asse turco-russo in Siria?

«E' l'economia che detta le regole sulla politica. Non mi stupirei che le nuove alleanze vedano Israele non più così collegato con gli Stati Uniti così come il Vietnam, massacrato dagli americani, ora alleato con loro». 

La sua speranza per il 2017?

«Spero che l'antipolitica che va dal Movimento 5 Stelle a Trump venga svelata e si scopra che l'altra faccia della medaglia è sempre il capitalismo. Da una parte c'è Obama dall'altra Trump, in Italia da una parte c'è il Pd, dall'altra il Movimento 5 Stelle ma sono due facce della stessa medaglia. Che la gente capisca questo sarebbe già un grande successo». 

Cosa non vorrebbe più vedere?

«La cortina fumogena che viene messa davanti alle persone per non fargli capire questi meccanismi che sono sempre più complessi proprio per non promuovere nel popolo una reazione. Reazione che li possa portare alla scoperta di un nuovo modo di intendere la società, socialista, che è l'unica soluzione a tutti i problemi del mondo».

caricamento in corso...
caricamento in corso...