Migranti choc, Santanché: "La situazione è fuori controllo. Macron copia Berlusconi"

31 luglio 2017 ore 14:54, Giuseppe Tetto
Firenze: sudanese ruba la pistola a un agente della municipale e spara quattro colpi. Bari: nigeriano, dopo mesi di rabbonimento, violenta e picchia un’anziana di 75 anni. Siena: ivoriano accoltella l’autista di un bus, fermato a colpi di pistola. No, non siamo in una scena di qualche film tarantiniano, ci troviamo di fronte invece, a fatti di ordinaria follia che sembrano essere diventati un’abitudine consolidata della cronaca di questi mesi. Al di là degli schieramenti politici e di opinione, è chiaro a tutti che la situazione legata al fenomeno migratorio sta prendendo una piega pericolosa. Una realtà per l’onorevole di Forza Italia Daniela Santanché, sentita da Intelligonews, che è destinata a diventare completamente fuori controllo. 

Migranti choc, Santanché: 'La situazione è fuori controllo. Macron copia Berlusconi'
Sono sempre più frequenti fatti di questo genere. Come spiega quello che sta accadendo? 
“Noi abbiamo una marea di persone irregolari sul nostro territorio, di cui 54 mila che dovrebbero essere rimpatriati. Gli ultimi fatti di cronaca dimostrano che è assolutamente tutto fuori controllo e questo è chiaro a tutti gli italiani”. 

Dal sentimento comune, però, sembra che gli unici che non hanno chiara la situazione siano proprio i politici...
“Alla politica non è chiaro. Non è chiaro né al governo Gentiloni né al governo prima. Quello che ogni giorno è sempre più evidente, invece, è che il governo Berlusconi aveva fatto un lavoro incredibile ed era riuscito a fermare il fenomeno dalla Libia, visto che il 98% degli immigrati arriva da lì. Oggi gli italiani dovrebbero chiedere conto a Napolitano che è stato uno degli artefici, insieme a Sarkozy e la Merkel, per far fuori Gheddafi, facendo iniziare una guerra tutta a favore dei francesi, che dovevano tutelare i loro interessi economici. L’ultima cosa che poteva importargli era il fenomeno migratorio o della sicurezza dell’Europa e dell’Italia”. 

Una lezione che Macron sembra aver imparato perfettamente
“Macron ha fatto una campagna europeista al motto “L’Europa vince” e poi è diventato nazionalista: prima con la vicenda di Fincantieri-Stx e poi con gli hotspot in Libia. Siamo al punto di partenza. I governi non eletti dai popoli hanno fatto il giro dell’oca per ritornare a politiche che erano di Berlusconi e del suo governo. Solo adesso si parla di blocco navale ma sono anni che noi lo chiediamo con forza”.  

Ritornando ai fatti di cronaca, esiste secondo lei un diritto alla sicurezza? 
“Dovrebbe esistere mentre oggi abbiamo solo diritti agli irregolari clandestini. Loro non hanno doveri mentre noi italiani abbiamo soltanto obblighi. Nei tribunali ormai ci sono le attenuanti culturali: se si straniero hai ragione mentre se sei italiano hai torto”.
caricamento in corso...
caricamento in corso...