Passa alla Camera la legittima difesa, Rampelli (FdI): "I 5 stelle i portieri e il solito Pd"

04 maggio 2017 ore 14:20, Luca Lippi
La legge sulla legittima difesa 'scontenta tutti' e 'non accontenta' nessuno. Il ddl è stato approvato con 225 Sì e passa al Senato. Salvini, allontanato dalle tribune, ha inscenato un sit-in a piazza Montecitorio. Proprio con questo scenario di sfondo, IntelligoNews ha intercettato Fabio Rampelli, Capogruppo FdI alla Camera, che fotografa il ruolo del centrodestra, del Pd e del M5S su un tema tanto delicato. 
Passa alla Camera la legittima difesa, Rampelli (FdI): 'I 5 stelle i portieri e il solito Pd'
Cosa è cosa non va di questa legge che è in via di approvazione? E' una legge che scontenta tutti, non accontenta nessuno e quindi un fritto misto?
"E' un gioco di parole, diciamo che la sinistra evidentemente si è accorta che c'è un'esigenza di maggiore sicurezza, che le forze dell'ordine non riescono a garantire come noi auspicheremmo. Peraltro abbiamo sempre chiesto che si potesse operare un rafforzamento in termini di uomini, di armamenti di modernizzazione e presenza dei commissariati di polizia. Questo non si è reso possibile con il governo Renzi, ne dobbiamo prendere atto. Comunque, chi si vede rapinato in casa con gente che entra nella proprietà privata negli orari diurni o notturni, deve almeno vedersi riconosciuta la possibilità della legittima difesa sempre e comunque. 
Stando con la propria famiglia, che per definizione è sacra, chi è vittima di un'effrazione/aggressione, se anche in stato di agitazione psicologica esagera o esagerasse nel tentativo di difendersi da un'aggressione, non può subire dei processi e trovarsi accomunato a chi si è introdotto armato nella propria abitazione. in conclusione per noi la difesa è sempre legittima e non ci può essere mai l'equiparazione tra l'aggressore e la vittima". 
Detto questo cos'è che non cambia allora? 
"Non cambia il fatto che in questa legge è il magistrato che dovrà stabilire se c'è stato un eccesso di legittima difesa oppure no. Quindi, praticamente, la vittima di un'aggressione di fatto sarà imputata perché dovrà essere valutata per vedere se la sua reazione è stata proporzionata rispetto all'aggressione. Questo è inaccettabile e intollerabile dal nostro punto di vista e soprattutto irricevibile". 

Qual è posizione del Pd e dei 5 stelle in merito, secondo voi?
"Il centrodestra sta dalla parte della vittima che ha subito un'effrazione dentro la propria abitazione, la sinistra come al solito, sta dalla parte o dei detenuti quando hanno commesso un reato o degli aggressori quando vanno giudicati nella loro foga e nella loro violenza. I 5 stelle invece stanno dalla parte dei portieri dello stabile perchè si sono completamente disinteressati di questo dibattito non hanno mai preso la parola, il loro contributo è stato assolutamente irrilevante". 

#Legittimadifesa #Rampelli #FdI #Pd #M5S
autore / Luca Lippi
Luca Lippi
caricamento in corso...
caricamento in corso...