Catalogna, il monarchico Sacchi: "Re impeccabile: le rivoluzioni si reprimono"

04 ottobre 2017 ore 12:48, Andrea Barcariol
Atmosfera infuocata in Catalogna dopo il referendum di indipendenza vinto nettamente dal sì. A far discutere ora è anche il discorso alla nazione del re di Spagna Felipe VI contro il governo catalano che ha accusato di "slealtà inaccettabile verso lo Stato" esortando il governo di Rajoy a restaurare "l'ordine costituzionale". Sulla vicenda IntelligoNews ha sentito l'avvocato Alessandro Sacchi, Presidente Nazionale dell'Unione Monarchica Italiana.

Catalogna, il monarchico Sacchi: 'Re impeccabile: le rivoluzioni si reprimono'
Come giudica il discorso del re Felipe?

"Ha esattamente adempiuto al suo ruolo e al suo compito. Entrando nel merito della vicenda catalana è come se l'assemblea regionale siciliana una bella mattina, essendo la Sicilia una regione autonoma a statuto speciale, facesse una lettera per riproporre il referendum tra monarchia e repubblica. Chiaramente la Corte Costituzionale risponderebbe che il referendum non si può fare. Se invece la regione decidesse di farlo lo stesso a quel punto non si parlerebbe più di un'istanza, ma di rivoluzione e le rivoluzioni si reprimono, in ogni modo. Il re ha espresso esattamente quello che ci si aspettava che dicesse".

Nel confronto con Juan Carlos, crede che re Felipe VI abbia dimostrato una carenza di leadership?


"Il Golpe Tejero (1981 ndr) fu governato da Juan Carlos con un equilibrio e una saggezza straordinaria. Era una democrazia molto giovane, ebbene il senso del discorso che fece alla nazione, dopo aver fatto circondare le forze con i carri armati, fu: indietro non si torna. Il re è il custode delle libertà costituzionali, anche in quel caso sembrò che Juan Carlos potesse aver fatto la voce grossa, poi la cosa si sgonfiò".

Come giudica il comportamente di Puigdemont?

"Stiamo parlando di regione ricchissima, che ha tutto e ha avuto tantissimo dal punto di vista dell'autonomia. I vertici catalani sono stati irresponsabili e gli è andata bene che non ci sono stati di morti. La regola del gioco è la carta costituzionale che va rispettata da tutti. Io sono monarchico e vorrei la monarchia, ma la mia proposta parte dalla richiesta dell'abrogazione dell'articolo 139".


#catalogna #felipe #sacchi

caricamento in corso...
caricamento in corso...