Referendum, Massimo Cacciari: "E' la sconfitta delle leadership politiche tradizionali. Il dopo Renzi"

05 dicembre 2016 ore 13:49, intelligo
di Stefano Ursi

Chi vince e chi perde in questo referendum costituzionale? Quale quadro politico ci attende? IntelligoNews lo ha chiesto al prof. Massimo Cacciari, che punta l'attenzione sul fatto che questo è stato ''un referendum tutto politico'', totalmente distaccato dalla riforma che era la base del quesito referendario. E sul fatto che gli allarmi di un'Europa totalmente divisa non abbiano sortito alcun effetto.

Chi ha perso in questo referendum? Il modello istituzionale, valoriale della riforma? Oppure cosa?

Referendum, Massimo Cacciari: 'E' la sconfitta delle leadership politiche tradizionali. Il dopo Renzi'
“Guardi la riforma qui non c'entra proprio, è stato un voto di repulsione nei confronti di Renzi per motivi di carattere assolutamente generale: per le politiche economiche e sociali, oltre che per l'atteggiamento dell'uomo. Il tema della riforma istituzionale non c'entra per niente su questo risultato. Purtroppo è stato un referendum tutto politico”.

Nei giorni scorsi abbiamo assistito a dichiarazioni dall'estero su una catastrofe per la eventuale vittoria del No, oggi Moscovici rinnova la fiducia all'Italia come ''paese stabile''.

“Ma cosa vuole che conti Moscovici? A livello europeo non esiste guida, leadership credibile, in nessun campo c'è uno straccio di unità. Per carità, lasciamo perdere”.

Da una parte c'è Renzi, dall'altra il fronte del No vincente ma diviso: che succede domani?


“Bella domanda. Speriamo che ragionino e facciano, il prima possibile, una legge elettorale e approvino le manovre finanziarie indispensabili. E poi in primavera si vada a votare”.

Dopo Brexit e vittoria di Trump, questa è una delle sconfitte del pensiero unico?


“Più che altro è la sconfitta delle leadership politiche tradizionali, partendo da Brexit passando per Trump e Le Pen: è una crisi proprio del modello rappresentativo che finora ha tenuto, e quindi ci troviamo in un momento di grande crisi, a ben vedere, della stessa democrazia”.
autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...