Meluzzi Vs Boeri: “Lo capirebbe anche un cretino: migranti oggi sono disoccupati da mantenere”

05 luglio 2017 ore 16:34, Giuseppe Tetto

Redistribuire i rifugiati, più rimpatri dal nostro Paese (che però deve accelerare sulle procedure), richiesta di un codice di condotta per le Ong, sostegno alla Libia per la creazione di un centro di coordinamento, aree di salvataggio in Tunisia e Libia. Ecco parte del piano di azione a sostegno dell'Italia deciso oggi dalla Commissione europea che prevede diversi livelli di intervento e di accelerazione e che sarà alla base del Consiglio informale dei ministri della Giustizia e degli Interni che si terrà giovedì a Tallinn.

La Ue ha messo sul piatto circa 280 milioni di euro ma rimangono ancora in sospeso molte questioni, prima fra tutti la condivisione degli sbarchi chiesta dall'Italia a Francia e Spagna, che fanno orecchie da mercante. Per fare il punto, Intelligonews ha ascoltato l’opinione dello psichiatra e sociologo Alessandro Meluzzi.


Meluzzi Vs Boeri: “Lo capirebbe anche un cretino: migranti oggi sono disoccupati da mantenere”
La Commissione europea ha deciso di investire 280milioni per attuare il piano di salvaguardia dell’Italia, per frenare il caos migranti. Siamo nella direzione giusta?

“Parliamo di sciocchezze o, come direbbe Macchiavelli, di “Stati e Principati che non hanno ragione essere in vero”.  Un pugno di soldi, che non si capisce neanche a cosa sono destinati e che hanno un valore risibile rispetto ai 7 miliardi di costi all’anno che colpiscono la repubblica italiana per la gestione dei migranti. Norme che dovrebbe essere ovvie e che invece obbligano la Guardia costiera italiana a fare attività di polizia su dei navigli stranieri che portano milioni di sconosciuti clandestini in Italia. Fa riflettere il fatto che si dica solo oggi alle Ong, che nella maggioranza dei casi sono diventate in questa fase organizzazioni paracriminali, di cominciare a rispettare la legge, di rendere trasparenti i bilanci, la loro origine e la loro direzione. E’ la conferma lampante che fino ad oggi tutto questo non l’hanno mai rispettato. Senza parlare della ricollocazione: i porti del progressista Macron sono irrimediabilmente chiusi, come anche quelli spagnoli, le frontiere della Svizzera, della Francia e dell’Austria sono blindate. Ma di quale Unione Europea stiamo parlando? ”.


In queste ore stanno facendo discutere le parole di Boeri sui migranti. Mi tolga una curiosità: se da noi sono così essenziali per far girare l’economia, non dovrebbero esserlo anche per Austria e Francia, ad esempio?

“Quella è una vera follia. C’è da stupirsi che un personaggio laureato, mi ricordo in architettura, sia stato messo a dirigere un ente come l’Inps, al prezzo per i contribuenti di 1000 euro al giorno e possa dire cose inqualificabili. I migranti di cui parla lui sono quelli che hanno un’attività economica o dipendenti e non hanno niente a che vedere con le milioni di persone al giorno che arrivano. E poi non è che l’arrivo di questa gente, per la quale dobbiamo investire 1200 euro al mese, produca dei contributi Inps, perché bisognerebbe che ci fossero dei posti di lavoro da occupare, che invece non ci sono. Abbiamo un tasso di disoccupazione del 37% dei giovani italiani, quindi c’è da chiedersi se sta scherzando, se vuole fare una provocazione surrealista/futurista o se sta delirando. Ma lo capirebbe un cretino che non sono i disoccupati da mantenere che generano contributi Inps e che non sarà la loro presenza a generare posti d lavoro. È una falsificazione dire che fanno il lavoro degli italiani che non vogliono fare perché questo non è vero. Non è che ci sono mezzo milioni di posti di lavoro vacanti all’anno che non vogliono essere fatti. Ma stiamo scherzando? Di cosa parla Boeri? ”.


È da poco slittato l’esame in aula dello Ius soli. Ma è davvero necessario parlare di questo argomento proprio in questo periodo?

“Questa è un’altra follia. Qui non si parla della sistemazione di 800mila giovani che potrebbero avere la cittadinanza senza problemi a 18 anni come avviene oggi ma si un’alluvione di ricongiungimenti familiari, di cinque per ognuno, che questa roba produrrà. È il calcolo miserevole fatto dal Pd di pensare che tutte queste tribù voteranno per loro e li salveranno. Tutto questo invece produrrà un’alluvione di arrivi di donne gravide dall’Africa e un ulteriore incremento degli imbarchi. In Africa passerà il messaggio che quelli che arrivano in Italia adesso avranno la cittadinanza. È la meraviglia di questo governo e di questa ideologia buonista che è il contrario della bontà e che finirà di distruggere il Paese”.

caricamento in corso...
caricamento in corso...