Mario Adinolfi: "Ma quale sciopero della fame, una dieta per lo ius soli"

05 ottobre 2017 ore 15:07, Andrea Barcariol
Continua lo scontro per l’approvazione dello Ius soli prima dello scadere della legislatura. A prendere posizione in maniera significativa anche un importante esponente del governo, il ministro Delrio che ha aderito allo sciopero della fame, iniziativa promossa dal senatore del Pd Luigi Manconi, presidente della commissione diritti umani a Palazzo Madama e tra i promotori, assieme a Elena Ferrara e Paolo Corsini, della protesta alla quale hanno aderito molti parlamentari e insegnanti.

Mario Adinolfi: 'Ma quale sciopero della fame, una dieta per lo ius soli'
«Allo sciopero della fame a staffetta che inizia domani, giovedì 5 ottobre, per sostenere la discussione in Aula e la fiducia sul provvedimento dello Ius Soli, aderiscono anche il ministro Graziano Delrio e i sottosegretari Benedetto Della Vedova e Angelo Rughetti. E decine e decine di senatori e deputati» ha comunicato in una nota il senatore Manconi spiegando la sua posizione «Questi sono giorni decisivi per la sorte dello Ius soli: è necessario provare ad impedire che si chiuda lo spiraglio, pur esile, che sembra essersi aperto».
L’iniziativa raccoglie il testimone del digiuno attuato il 3 ottobre da oltre 900 insegnanti in tante scuole italiane a sostegno del provvedimento. Manifestazioni che continueranno. E’ previsto infatti per il 13 ottobre, davanti a Montecitorio, il Cittadinanza Day promosso dalla Rete 'Insegnanti per la cittadinanza' tra maestri e prof di diverse scuole italiane. Ad annunciarlo è stato uno dei promotori dell'iniziativa nazionale, Franco Lorenzoni.

Su questo tema è intervenuto in maniera decisa anche Mario Adinolfi, il leader del Popolo della Famiglia: "Non è neanche uno sciopero della fame, è un giorno di dieta a turnazione. La verità è che non credono neanche loro in quello che fanno. Ciò che è giusto è che una riforma importante, a meno di cinque mesi dalla scadenza naturale della legislatura, sia sottoposta al giudizio degli italiani. Non solo. Non ha senso fare tutto in fretta e furia con forzature un po' ridicole come questo sciopero truffa della fame che serve a far fare il titolo ai giornali amici. Non c'è nessuna forma di eroismo in una giornata di dieta di Delrio e Mancuso. Tutto questo serve a far capire che i partiti che hanno proposto lo ius soli hanno paura di sottoporre questo tipo di programma nella loro campagna elettorale. Io ritengo sia una riforma dannosa".

#delrio #iussoli #adinolfi
caricamento in corso...
caricamento in corso...