Trump e migranti, Cacciari: "Occidente a rischio? Per colpa loro. Bonino seria"

06 luglio 2017 ore 13:39, Andrea Barcariol
Un discorso che sicuramente farà discutere. Oggi a Varsavia il presidente americano Donald Trump avvertirà che il futuro dell'Occidente è in dubbio. Lo rende noto la Bbc citando fonti dello staff del presidente. Frasi forti, rivolte in particolare a terrorismo ed estremismo, con duri riferimenti anche alla Russia e alla Corea del Nord a guida Pyongyang. IntelligoNews ha chiesto al filosofo Massimo Cacciari, il suo punto di vista sul discorso del presidente americano e sulla frase di Emma Bonino sui migranti.

Trump e migranti, Cacciari: 'Occidente a rischio? Per colpa loro. Bonino seria'
"Bisogna capire se l'Occidente ha la volontà di sopravvivere. Il futuro è a rischio". Come giudica questa presa di posizione di Trump?


"L'Occidente è stato messo seriamente a rischio dagli Stati Uniti a partire dalla caduta del muro di Berlino: le sciagurate politiche di Bush, la guerra in Iraq, le primavere arabe, se l'Occidente oggi è in pericolo lo si deve in buona percentuale proprio a loro. Che ora gli Stati Uniti avvertano questo pericolo va anche bene, l'importante è che non commettano altri disastri come hanno fatto negli ultimi 20 anni".

Trump sottolineerà che Washington intende continuare a espandere la cooperazione con la Nato "in risposta alle azioni della Russia e al suo comportamento destabilizzante". E' sempre più guerra fredda?

"Gli Stati Uniti si sono illusi che finita l'Unione Sovietica la Russia non fosse più la Russia, ora si stanno svegliando poco a poco. Devono capire che la Russia è un impero intramontabile con il quale fare i conti. Solo l'equilibrio tra Russia e Stati Uniti può garantire la pace. Non è certo facendo il cowboy o con le sparate che si risolve il problema".


Nel mirino di Trump anche il comportamento della Corea del Nord guidata da Pyongyang.


"E' un piccolo Paese, hanno capito che per resistere e restare a galla serve l'atomica che attualmente non ha neanche il Pakistan. Sono piccoli Paesi che vanno a caccia dell'atomica come elemento di sicurezza. Poi che Pyongyang sia un pazzo pericoloso può anche essere vero, ma la strategia di diventare potenze nucleari è esclusivamente di carattere difensivo, per mantenere la propria sovranità. Oppure devi essere all'interno di grandi sistemi di alleanze, come ad esempio il Giappone, altrimenti senza l'atomica non sopravvivi".


Cambiamo argomento. Emma Bonino, ex ministra degli Esteri del governo Letta, ha detto: "Siamo stati noi a chiedere che gli sbarchi avvenissero tutti in Italia. All’inizio non ci siamo resi conto che era un problema strutturale e non di una sola estate e ci siamo fatti male da soli". Una frase che sta facendo grande scalpore anche se poi meglio spiegata. Cosa ne pensa?


"Bisogna crederle, la Bonino era lì ed è una persona seria. Se lo ha detto vuol dire che un accordo c'è, c'è poco da fare, è evidente che ci sia poi. E' chiaro che al momento dell'accordo non prevedevano un flusso di migranti come quello attuale".

#trump #varsavia #bonino #cacciari



caricamento in corso...
caricamento in corso...