Patteggiamento baby squillo. L'osservatorio dei minori si appella a Giorgio Napolitano

01 aprile 2014 ore 11:57, Marta Moriconi
Patteggiamento baby squillo. L'osservatorio dei minori si appella a Giorgio Napolitano
Mentre le indagini proseguono e gli investigatori sono sulle tracce di altri che avevano anche solo  preso gli appuntamenti, arriva la notizia della richiesta di patteggiamento degli imputati. 
Per evitare troppa pubblicità e anche il carcere. Ma per qualcuno è una vergogna utile solo a chiudere velocemente uno scandalo che ha investito quella cosiddetta “Roma bene”. ''Con il patteggiamento e un'ammenda di poche migliaia di euro quanti hanno beneficiato di prestazioni sessuali da bambine di 14 anni se la cavano. Tutto ciò è inammissibile''. E' quanto dichiarano in una nota Antonio Marziale e Antonino Napoli, presidente e vicepresidente dell'Osservatorio sui Diritti dei Minori, in relazione allo scandalo delle baby squillo dei Parioli. I due partono dal fatto che non esista "prezzo che possa equipararsi al danno subito dalle minorenni". Minorenni che però lucravano, quindi una categoria tutta particolare di fanciullo. Questo è chiaro. Ma Marziale e Napoli si dicono ''desiderosi di sapere quale innovazione in materia di contrasto alla pedofilia intende adottare il governo Renzi, che non può  limitarsi a visitare i plessi scolastici quando proprio i bambini sono la parte più debole e indifesa di un Paese incapace di badare alla loro tutela se non, soltanto, attraverso fiumi d'inchiostro perfettamente inutili ma efficaci per dimostrare al mondo che l'Italia sia una sorta di paradiso terrestre per i bambini, quando invece gode del primato nella classifica mondiale del turismo sessuale''. E ne è nato un appello al Capo dello Stato, Giorgio Napolitano: ''Vorremmo sapere, dal supremo garante dei diritti dei cittadini anche minorenni, a chi e a cosa serva l'articolo 444 comma 1 bis del codice di procedura penale, che esclude dal patteggiamento quanti compiono atti sessuali con minorenni, se in sede di applicazione non viene applicato. In mancanza di una risposta, siamo pronti a restituire i nostri certificati elettorali, assicurando che non saremo in pochi''.
caricamento in corso...
caricamento in corso...