Zingaretti scommette sul Forlanini: 400mila euro per start up, cultura e sociale

01 luglio 2015, Andrea De Angelis
La Regione Lazio ha avviato un'azione per ripensare e riqualificare in tempi brevi la struttura sanitaria del Forlanini.

Zingaretti scommette sul Forlanini: 400mila euro per start up, cultura e sociale
L'area, lasciata nel totale degrado, verrà ripulita a partire dal prossimo 13 luglio con un investimento pari a 400mila euro

A presentare le iniziative per il Forlanini, il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, il coordinatore della cabina di regia sulla sanità regionale, Alessio D'Amato, il direttore generale del San Camillo, Antonio D'Urso e il commissario dell'Ifo Spallanzani, Marta Branca. Nel corso della stagione, in accordo con il Municipio, sarà aperta un'arena del cinema. A breve la Regione Lazio farà partire un bando delle idee per restituire un ruolo a questa immensa struttura.

L'obiettivo è trasformare l'area in un punto di riferimento per le start up e per chi opera nel sociale, nel mondo della cultura e dell'innovazione.

Per garantire più sicurezza e legalità nel quartiere è stato sottoscritto un accordo con i carabinieri per trasferire al Forlanini la caserma e un altro protocollo simile arriverà con la questura per la polizia. Nelle palazzine non monumentali saranno inoltre trasferiti alcuni uffici regionali, con un risparmio in termine di affitti passivi di 4 milioni di euro l'anno. L'intenzione è di aprire uno spazio dedicato all'innovazione, incubatore di imprese e servizi di orientamento e incontro tra domanda e offerta di lavoro.

L'operazione prevede lo spostamento degli ultimi 40 posti letto fino ad oggi a disposizione nella struttura ospedaliera: all'ospedale Spallanzani andranno i reparti di Chirurgia toracica, di terapia intensiva, di endoscopia toracica e di terapia del dolore. Passa al San Camillo il reparto Ucri (Unità di Cure Residenziali Intensive), mentre all'Ifo Regina Elena andrà il reparto di medicina nucleare. 

"Stiamo riuscendo a fare quello che non si è fatto negli ultimi 10 anni - ha sottolineato Zingaretti - ridare alla città un meraviglioso spazio urbano, con una nuova vocazione, affrontando finalmente la vicenda Forlanini in tutta la sua complessità. Da circa 10 anni l'ospedale ha cominciato ad uscire, attraverso la chiusura di reparti, dalla programmazione sanitaria regionale e quindi, per moltissimo tempo, è stato lasciato nell'incuria e nel degrado".

E sulle preoccupazioni di lavoratori e residenti Zingaretti ha detto:  "Voglio rassicurare i comitati e le associazioni che sono all'interno delle strutture dell'ex Forlanini che non è nostra intenzione sfrattare o cacciare nessuna struttura di associazionismo civile o di volontariato. Lo ripeto, non vogliamo cacciare nessuno, nemmeno i gatti. Potranno continuare a lavorare e operare".

Non tutti però sono d'accordo sul progetto di riqualificazione. "Questo è un luogo ricco di storia e di fondamentale importanza per la medicina, per le scoperte e per gli studi che si continuano a fare grazie al museo", ha spiegato Lucio Mango, presidente dell'associazione ForlaniniDomani Onlus.
 
caricamento in corso...
caricamento in corso...